Pagine

martedì 29 luglio 2008

Panna cotta allo zafferano




La ricetta è di Savita, del forum di Coquinaria

Non avevo il cardamomo e ci ho messo delle scorzette di limone che ho fatto bollire nel latte e panna.
Scrivo la mia versione

1/2 litro di panna
70 g di zucchero
un pizzico di sale
scorza di limone
1 bustina di zafferano in polvere + degli stimmi per guarnire
160 g di latte intero
2,5 fogli di colla di pesce (ho usato gelatina oro in fogli da 2 grammi) (gelatina alimentare)
pistacchi non salati, tritati, per guarnire

Far ammorbidire la colla di pesce in acqua fredda.
Scaldare la panna, il latte, lo zucchero e il sale, con una strisciolina di scorza di limone, in una casseruola.
Aggiungere lo zafferano in polvere e unire la colla di pesce strizzata.

Passare la crema in un colino a maglie strette e farla raffreddare prima di metterla nei bicchierini altrimenti la panna e il latte si dividono formando due strati.
Lasciare in frigorifero 12 ore.
Al momento di servire decorare con i pistacchi tritati e dei fili di zafferano.

Spiedini di tacchino al rosmarino


Petto di tacchino tagliato a fettine
rosmarino
sale
pepe
semi di sesamo

Salare e pepare il tacchino.
Tagliare ogni fettina in tre strisce dal lato lungo.
Arrotolare le strisce su uno spiedino di legno facendo in modo di comprendere anche il rosmarino.
Rotolare gli spiedini nel sesamo.
Mettere su una griglia doppia e cuocere sul barbeque.

Spiedini di pollo


6 anche di pollo, senza pelle e disossate
sale
pepe
200 g pancetta affumicata
olio
vino bianco

Ho salato e pepato il pollo.
Ho tagliato ogni anca in tre parti.
Ho arrotolato una fettina di pancetta intorno ad ogni pezzetto di pollo e ho infilato tre rotolini ogni spiedino.
Ho fatto colorire velocemente nell'olio.
Ho aggiunto in vino, ho coperto e ho finito di cuocere.
Sono molto appetitosi!

mercoledì 23 luglio 2008

Mousse al mascarpone con cialde



Ricetta di Chocotravels.com - La rosa del deserto

Ingredienti per quattro persone:

Per la mousse: 1/2 l di panna, 500 g di mascarpone, 5 rossi, 150 g di zucchero.
Per le cialde: 100 g di farina, 100 g di burro, 75 g di succo d'arancia, 20 g di cacao, 200 g di zucchero.

Procedimento:
Per la mousse
: montare le uova con lo zucchero e incorporarvi il mascarpone, amalgamare con la panna montata e fare riposare in frigorifero.
Per le cialde: mettere lo zucchero, il burro "pomata", l'arancia, la farina e il cacao in un mixer e frullare tutto. Stendere il composto formando dei cerchi su carta da forno, o sopra un foglio "silplat", e cuocere in forno a 180°/200° per circa 3-5 minuti; levare dal forno, lasciare freddare: avremo ottenuto delle cialde sottili e croccanti.

Design del piatto: adagiare la mousse al centro del piatto, porvi sopra le cialde formando una rosa e servire il dessert accompagnato da un caffè ristretto.
Curiosità: La mousse si può sostituire con gelati o sorbetti accompagnati da frullati di frutta e da ottimi moscati.


Mie varianti:
  • ho montato 1/2 l di panna con 500 g di mascarpone,
  • ho montato molto bene i 5 rossi d'uovo (93 g) con 60 g di zucchero,
  • ho messo sul fuoco, in un tegamino, 30 g di acqua e 90 g di zucchero e li ho portati a 121°,
  • ho unito a filo, continuando a montare, lo sciroppo di zucchero caldo ai rossi montati,
  • ho incorporato delicatamente la crema di panna/mascarpone ai rossi.

Crostini di peperone

Crudi


Peperoni rossi e gialli, aglio, prezzemolo, sale, olio, pane toscano

Lavare i peperoni, pulirli e tagliarli a piccoli pezzi con il coltello, sul tagliere.
Mettere in una padella con olio, aglio, prezzemolo e sale e far cuocere. In ultimo aggiungere il prezzemolo tritato.
Mettere questo impasto sulle fette di pane toscano.

lunedì 21 luglio 2008

Panna cotta al pistacchio


Ricetta di Pinella che l'ha trovata nel sito di Amuses bouche.

500 g di panna fresca
250 g di latte
60 g di zucchero
5 - 6 gr di gelatina (3 fogli da 2 grammi qualità oro)
3 cucchiai di pasta pistacchio (comprata nel negozio Decoradolce)

Far ammorbidire la gelatina nell'acqua fredda.
Fra bollire la panna e il latte.
Allontanare dal fuoco e unire la gelatina e la pasta pistacchio.
Mescolare bene e setacciare per sciogliere completamente la pasta pistacchio.
Far rassodare in frigorifero.

domenica 20 luglio 2008

Cosce di pollo alla giamaicana

Ricetta trovata su Gustoblog e modificata da me.

La mia versione:

2 cosce e anche di pollo

Per la salsa:

1 pizzico di peperoncino piccante, tritato
1 pizzico di timo secco
1 spicchio d'aglio
1 foglia di alloro
pepe
2 cipolline fresche
3 pomodorini ciliegini
succo di mezzo limone
olio di semi
sale

Ho frullato tutti gli ingredienti della salsa e ci ho messo le cosce ad insaporire per circa due ore, in frigorifero.
Ho cotto sui carboni all'inizio vicino al fuoco e poi ho sollevato per far cuocere bene.

Torta rovesciata di albicocche e rosmarino


Incollo qui la ricetta di Gunther di Ricette vagabonde.

"Torta rovesciata alle albicocche: 1 rotolo di pasta sfoglia di quelli gia pronta e stesa, una ventina di albicocche più o meno un chilo, 100 gr di zucchero, 100 gr di burro, 2 rametti di rosmarino.

- Lavo le albicocche e le divido a meta togliendo il seme, preparo il caramello a fuoco lento come spiegato nella ricetta della Tarte Tatin, sciogliendo lo zucchero e il burro metto le albicocche e aggiungo i due rametti di rosmarino, metto le albicocche a cuocere in forno a 180 gradi per venti trenta minuti oppure io lo faccio anche sul gas.
- Intanto tiro fuori la pasta sfoglia buco la pasta con una forchetta, tiro fuori la pirofila dal forno, tolgo il rosmarino se no cuoce troppo e diventa amaro, copro di pasta mettendo i bordi verso l'interno e lascia cuocere ancora finche la superficie non è dorata più o meno venti minuti.
- Fate raffreddare e rovesciate su un piatto da portata.


- NB: se per caso le albicocche fanno molta acqua che fare? Può capitare, meglio prevedere questa possibilità e allora prima di metterla in forno con la pasta sfoglia fate una crema sbattendo con un uovo con 200 gr di crema di latte, aggiungere 100 gr di farina di mandorle e 60 gr di zucchero. e fate cuocere almeno 30 minuti e rovesciate come al solito. Con questo metodo è più calorica ma anche più buona!"


Io l'ho cotta al campeggio dove ho un forno a gas.
L'ho cotta in una teglia di quelle antiaderenti di cm 30 di diametro.
Non ricordo mai di ruotare la torta dentro il forno e quindi mi è venuta caramellata da una parte e dall'altra no ma comunque buona, buona e molto apprezzata dai miei amici.

mercoledì 16 luglio 2008

Carbonara di zucchine

2 zucchine tenere (di quelle con il fiore)
burro
olio
sale
pepe
1 tuorlo di uovo
parmigiano
Tagliare a fette le zucchine e metterle in una padella con olio e burro, sale e pepe.
Farle cuocere velocemente, a fuoco alto, per poco tempo, girando ogni tanto. Le zucchine si mangiano anche crude quindi non importa cuocerle tantissimo altrimenti il bel colore verde che hanno cambia.
Farle intiepidire.
Unire un rosso leggermente sbattuto e il parmigiano.
Io ci condisco le penne.
Veloce e buono

lunedì 14 luglio 2008

Soupe de poisson avec sa rouille



Avevo dei pesciolini pieni di lische (gallinelle e paraghi), avevo un barattolo di sause rouille che mi aveva regalato la mia amica Mirella, mio nipote Stefano mi aveva parlato di questo piatto mangiato in Francia ed ho provato a fare una soupe de poisson avec sa rouille.
  • Ho fatto un brodo di pesce con 6 fra gallinelle e paraghi piccoli, carota, cipolla, sedano, aglio, prezzemolo, pomodoro maturo, sale e pepe.
  • Ho fatto cuocere ed ho passato tutto al passaverdura con il disco con fori grandi; ho passato ancora due volte con il disco con fori medi.
  • Ho tagliato una frusta a fettine, le ho agliate, le ho disposte in una pirofila, un giro d'olio e ho messo in forno a tostare leggermente.
  • Ho tagliato a filettini del groviera.
  • Ho aperto il barattolo della salsa rouille. E' buonissima! Sembra una maionese rossa, piccante e con aglio.

Si mangia così, con le fettine di frusta spalmate di rouille e cosparse di groviera.

Ci è piaciuto molto questo piatto e devo trovare il sistema per fare da me la salsa rouille dato che in Italia non l'ho mai vista in vendita.

Gli ingredienti che sono scritti sulla confezione sono nell'ordine: olio vegetale, acqua, aceto, rosso d'uovo, mostarda di Digione, peperoncino forte, aglio, zucchero, sale e altri additivi vari.

Chef Simon da questa ricetta: due belle patate cotte, pelate e ridotte a purè, 3 rossi d'uovo, 25 cl olio d'oliva, 3 spicchi d'aglio tritati finemente, zafferano, sale e pepe. Mescolare tutto, montando come per la maionese.

Panna cotta al pralinato

500 g panna fresca
2 cucchiai di zucchero
2 cucchiaini di pralinato che avevo fatto
2 fogli da 5 grammi l'uno di gelatina alimentare

Ci ho messo sopra del croccante tritato con il coltello.

L'ho preparata al campeggio e li non ho tante cose.
Non avevo neppure la ricetta e sbagliando ci ho messo quattro fogli di gelatina.
E' venuta una collaaaaaaaaaa!!!!!!!!

domenica 13 luglio 2008

Gelatina in fogli misteriosa... o no?

Paneangeli
g 12 (6 fogli da 2 grammi l'uno)
Gelatina qualità ORO, caratterizzata da un maggior potere gelificante.

Sulla confezione c'è scritto che serve per addensare mezzo litro di liquido


Maribù
g 25 (5 fogli da 5 grammi l'uno)

Sulla confezione c'è scritto che serve per addensare mezzo litro di liquido

Vahiné
g 17 (9 fogli da 1,88 grammi l'uno)

Sulla confezione c'è scritto che 3 fogli di gelatina servono per addensare 1/4 di liquido


Rebecchi
g 24 (5 fogli da 4,8 grammi l'uno)

Sulla confezione c'è scritto che servono:

  • Panna cotta = 2 fogli per mezzo litro di panna,
  • Aspic = 24 g per mezzo litro di acqua.

Decorì - Lo conte
g 20 (10 fogli da 2 grammi l'uno)

Sulla confezione c'è scritto che servono:
  • Patè = 6 fogli per mezzo litro di liquido,
  • budini (piatti cremosi) = 5 fogli per mezzo litro di liquido,
  • aspic (piatti destinati ad essere capovolti) = 8 fogli per mezzo litro di liquido.


Scrivo questi appunti perché non ricordo mai quanti fogli ci siano nelle confezioni di gelatina che solitamente compro.

giovedì 10 luglio 2008

Gorgonzola piccante con cioccolato fondente grattugiato


Visto su Sky

gorgonzola piccante Roquefort
cioccolato fondente 74%

Il sapore della cioccolata si sente solamente appena si mette in bocca, direi che si sente solo nella punta della lingua.
Quando lo mastichiamo si sente solo il formaggio. E' una cosa strana, masticando si sente che c'è qualcosa di croccante (i pezzettini di cioccolato) ma non si capisce che è cioccolato.

mercoledì 9 luglio 2008

Marmellata di peperoni


La ricetta è di Grazia del blog "A tavola con Mammazan".

1 kg. di peperoni rossi già puliti (o gialli o verdi)
450 g di zucchero semolato
2 dl di aceto di vino bianco
2 cucchiaini di peperoncino piccante a pezzetti
2 cucchiaini di sale

Lavare i peperoni, tagliarli ed eliminare i semi e i filamenti bianchi.
Tagliare a striscioline e metterli in una pentola insieme agli agli ingredienti.
Mammazan consiglia di lasciar riposare il tutto per qualche ora perché migliora il risultato finale e io l'ho fatto.
Ho dovuto cuocere, mescolando ogni tanto, per circa 50 minuti perché rimaneva troppo liquida (Grazia invece consigliava di cuocere 30/35 minuti).

Ho messo nei barattolini a caldo, ho chiuso, ho capovolto ed ho lasciato raffreddare.
Con questa dose ho riempito 4 barattolini Bormioli da 190 ml.
L'abbiamo mangiato con il formaggio sardo che mi ha regalato Dana: il casizolu.
Grazie Dana! Il formaggio è proprio buono.

martedì 8 luglio 2008

Fougasses con pancetta e cipolle


Ricetta di Sigrid del Cavoletto di Bruxelles

La incollo qui per praticità. La foto è la mia.

Fougasses aux lardons et aux oignons

farina 400g
lievito fresco 20g
acqua tiepida 220g
sale un cucchiaino
olio d’oliva 3 cucchiai
pancetta a cubetti 180g
cipolla bianca 2 piccola
groviera se piace

Sciogliere il lievito nell’acqua e versarlo sulla farina. Aggiungere l’olio e il sale e impastare tutto quanto per 10 minuti. Coprire e lasciar lievitare per un’ora in un luogo tiepido. Nel frattempo, far cuocere la pancetta a dadini in una padella antiaderente senza aggiungere altri grassi, aggiungere la cipolla finemente affettata e cuocere fino a quando sia morbida. Spegnere e lasciar raffreddare. Riprendere l’impasto, aggiungere la pancetta e la cipolla, reimpastare aggiungendo se necessario un po’ di farina, far lievitare di nuovo per 30 minuti. Infine dividere l’impasto in 8 parti, schiacciare ciascuno con palmo della mano (o con il matterello se volete farli sottili come teoricamente dovrebbero essere), e incidere ogni focaccia circa 6 volte, facendo un disegno simile a una foglia. Allargare un po’ i buchi e disporre le fougasses su una teglia da forno. Coprire e lasciar lievitare per 30 minuti poi infornare a 200°C per 10-15 minuti.

7° compleanno Damian

Ho trovate le ricette e i segnalibri sulla rivista "Creare" l'anno scorso e ho leggermente modificato.

Torta scimmia

Per la base:
250 g farina
120 g maizena
220 g zucchero
4 uova
1 yogurt agli agrumi
80 ml olio di arachide
3/4 di bustina di lievito
estratto di vaniglia
scorza grattugiata di un limone
un pizzico di sale

Per ricoprire:
300 g cioccolato al latte
300 g panna

Per decorare:
2 girelle
2 chicchi di caffè ricoperti di cioccolato
un panetto di marzapane P.A.(non l'ho usato tutto però)
cacao amaro

Base
Montare a neve ferma gli albumi con un pizzico di sale.
Sbattere bene i tuorli con lo zucchero, unire lo yogurt, la farina setacciata, la maizena, la scorza grattugiata, l'olio e l'estratto di vaniglia. Amalgamare il tutto e unire il lievito.
Unire gli albumi montati.
Versare in uno stampo cilindrico di ø 20 cm e cuocere per 60 minuti a 180°. Fare la prova stecchino.
Sformare e lasciar raffreddare.

Copertura
Tritate la cioccolata, far bollire la panna e versarla sul cioccolato. Aspettare un minuto circa, girare per sciogliere la cioccolata.
Lasciar raffreddare in frigo poi montare con una frusta elettrica fino ad ottenere una massa spumosa. Spalmare sulla torta, ricoprendola tutta.

PS Per i tempi di raffreddamento dovete fare le prove, se non monta tenere ancora in frigo. Non la montate troppo altrimenti non riuscirete più a spalmare.

Decorazione
Mettere le girelle ai lati della torta per le orecchie.
Spolverizzare con il cacao.
Mettere gli occhi.
Fare la bocca con il marzapane e posizionarla sulla torta.

--------

Cacca di scimmia con vermetti/serpentelli

Biscottini delicati (scrivo la ricetta come l'ho fatta io perché con quella della rivista non mi venivano bene)

250 g cioccolato al latte
100 g biscotti secchi spezzettati
90 g burro
20 g cacao amaro
un po' di latte
Ho fatto sciogliere il cioccolato tritato con il latte il burro e il cacao.
Ho aggiunto i biscotti tritati e ho mescolato.
Ho fatto raffreddare in frigo e quando ho visto che riuscivo a dare la forma giusta ho formato le "cacche".


I serpentelli e gli altri animaletti sono fatti con la pasta di mandorle colorata.

--------



Abbiamo festeggiato al campeggio.

Gli addobbi sono stati fatti da Caterina, mamma di Damian e da me.

I segnalibri invece li avevo già preparati a casa e sono andati a ruba fra i bambini.

Il dettaglio e i modelli scaricabili per i segnalibri sono qui.

Ciambella al cioccolato


Ricetta di LauraM di coquinaria

4 uova
175 g zucchero + 175 g
200 formaggio spalmabile (philadelphia)
200 g margarina
350 g farina
50 g cacao amaro
1 bustina lievito
gocce cioccolato
1 bicchierino liquore al caffè o 1 caffè ristretto

Montare i 4 tuorli con 175 gr. di zucchero.
Gli albumi a neve con altri 175 gr. di zucchero.
Frullare 200 g di formaggio spalmabile (tipo philadelphia) con 200 g di margarina.
Unire i tuorli montati al philadelphia e aggiungere 350 g di farina, 50 g di cacao amaro, il lievito e gocce di cioccolato a volontà.
Amalgamare gli albumi e un bicchierino di liquore al caffè, oppure una tazzina di caffè ristretto. Versare nello stampo e cuocere in forno a 180° per 50 minuti.
Guarnire con chicchi di caffè ricoperti di cioccolato.


Le mie varianti:
  • ho messo la ricotta invece del philadelphia,

  • non ho messo il cacao amaro né le gocce di cioccolata ma 120 g di cioccolata con le nocciole tritata,

  • l'ho cotta nella pentola fornetto sul fornello medio. I primi 5 minuti a fuoco alto, gli altri 95 minuti a fuoco basso. Ha avuto quindi bisogno di 1 ora e 20 di cottura.

E' venuta sofficissima.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...