Pagine

giovedì 29 ottobre 2009

Polpette con la 'nduia


Ricetta di Chandra del forum di Coquinaria

Carne macinata
mollica di pane ammorbidita in acqua
cipolla tritata
1 o 2 uova
pecorino grattugiato abbondante
'nduja abbondante
sale e pepe

Chandra consiglia di cuocere in forno a 200°C ma le ha fatte anche fritte.
Io ho fatto un sughetto con cipolla e pomodoro, olio, sale e pepe e ci ho cotto le polpettine.

La 'nduia è un salame morbido, calabrese, da spalmare.
E' fatta con carne di suino e peperoncino piccante. E' molto piccante.
Domani cerco di fare una foto e la metto nel blog.

martedì 27 ottobre 2009

Liquore al caffe'


Ricetta di mia cognata Francesca

La sua ricetta:

caffè di 3 macchinette da 6 (18 caffè)
250 g alcool 95°
400 g zucchero
1 bustine vanillina

Siccome non uso mai la moka ma uso la macchina per il caffè elettrica e si sa che se le moka non vengono usate non fanno il caffè buono, ho fatto così.
Ogni moka da 6 contiene 300 g di liquido (g 300*3=900 g caffè).
Io ho fatto 18 caffè e, aggiungendo acqua, sono arrivata a 930 g.
Ho lasciato raffreddare, poi ho aggiunto l'alcool, lo zucchero e la vanillina.
Mia cognata si è raccomandata di mettere lo zucchero a freddo e io l'ho fatto, anche se non ho capito il perché.

Note: ho modificato la ricetta, meglio mettere 900 grammi di liquido invece di 930.

domenica 25 ottobre 2009

Zucchette per halloween



Vestite con tulle arancione e legate con un nastrino verde. Il picciolo è di cartoncino bristol, incollato al tulle con la pistola a caldo.



Idea trovata su "Casamia" di ottobre.
La ricetta originale prevedeva: 200 g zucchero a velo, 2 cucchiaini di acqua e 3 di sciroppo di zucchero (o miele), 8 gocce di colorante alimentare arancione, 3 gocce di essenza alimentare a piacere, zucchero semolato per schiacciare le zucchette.

Io ho usato

400 g zucchero a velo
colorante alimentare giallo e rosso in polvere
sciroppo liquido di zucchero
acqua
estratto di vaniglia
zucchero semolato

Ho mescolato zucchero a velo, colorante, acqua, sciroppo di zucchero, estratto di vaniglia fino ad ottenere un impasto compatto e non appiccicoso. Mi è servita più acqua di quella scritta sulla rivista forse perché i miei coloranti erano in polvere.
Ho fatto 12 palline delle dimensione di un'albicocca, le ho schiacciate sullo zucchero semolato in modo da formare degli ovali, ho infilzato subito gli spiedini.
Ho fatto asciugare per circa un'ora su carta forno, spolverizzata con zucchero semolato, poi ho intagliato gli occhi e la bocca con un coltellino.
Ho messo di nuovo sullo zucchero semolato e ho fatto asciugare a temperatura ambiente per 3 giorni, girandole spesso.

Ho ritagliato i pistilli da un cartoncino verde (questo sotto è il modello) e li ho incollati (pistola a caldo) su quadrati di tulle arancione di cm 20 di lato.

Ho confezionato le zucchette legandole con nastro di raso.
L'anno scorso avevo fatto le dita di strega insanguinate, quest'anno: zucchette!

lunedì 19 ottobre 2009

Roselline ai ciccioli


Ricetta di Mor del forum di Coquinaria, che l'aveva trovata su "La Grande Cucina" di Repubblica - Chiocciole ai ciccioli di Vissani.

250 g farina
100 g ciccioli
15 g lievito di birra
1 pizzico di zucchero
50 g pecorino grattugiato
10 g strutto
acqua
sale
pepe

Impastare aggiungendo alla fine ciccioli e pecorino.
Lasciare riposare 15' circa.
Fare delle palline di 50 g. Formare dei cordoncini di circa mezzo centimetro e arrotolarli a chiocciola.
Lasciare lievitare fino al raddoppio e cuocere in forno a 180° sino alla coloritura.

Note mie: non ho messo il pecorino che non avevo.




Ciccioli

domenica 18 ottobre 2009

Cornettini alla nutella




Un rotolo di pasta sfoglia da banco frigo Buitoni
Nutella
latte
zucchero

Ho tagliato in spicchi la pasta sfoglia tonda, ho messo un pochina di nutella, ho arrotolato.
Ho spennellato con il latte e spolverizzato con lo zucchero.
Ho cotto in forno a 180° per circa 20'.

Sono facilissimi, sono piccolini, piccolini, me ne sono venuti 22 pezzi.

---------


20 giugno 2011
Ho mangiato delle sfogliette alla "Festa dei volontari" del 2011 dell'Associazione "C.U.I. I ragazzi del Sole" dove faccio volontariato. La volontaria che le aveva fatte me le ha insegnate ed ecco le mie.
Si usa preferibilmente la pasta sfoglia rettangolare, si arrotola per il lato lungo e si taglia a fette.
Si appoggia ogni fetta sulla zucchero semolato e si stende con il matterello per formare un ovale.
Ci si mette dentro nutella o marmellata o crema, si piega e si chiude premendo bene.
Si cuociono in forno a 180°C fino a quando non raggiungono la giusta colorazione.

venerdì 16 ottobre 2009

Pomodori secchi conditi



Ricetta di Daniela

100 g pomodori secchi
270 g aceto
270 g acqua
sale
aglio
origano
capperi
peperoncino
olio

Lavare i pomodori e asciugarli velocemente.
Far bollire l'aceto e l'acqua, unire i pomodori e bollire nuovamente per 2'. Lasciarli nella pentola fino a quando saranno freddi.
Togliere i pomodori e farli asciugare bene su carta da cucina.
Fare un battuto con tutti gli altri ingredienti, condire i pomodori e mettere nel barattolo (io ho lasciato dei capperi interi).
Fare in modo che i pomodori siano coperti bene di olio eventualmente aggiungendone altro.
Con questa dose ho riempito un barattolo Bormioli da 0,25 l (capsula 70 mm).
Ho fatto la fotografia subito dopo averli conditi, rimanendo nell'olio si gonfiano un pochino.

Daniela ci fa anche i crostini. Aggiunge dei capperi, origano, del peperoncino, olio, aglio e trita il tutto.

domenica 11 ottobre 2009

Ovoli e porcini in insalata


Ovoli
porcini
olio
limone
sale
pepe

Ci si possono mettere anche delle scagliette di parmigiano.
Si può evitare di mettere il limone.

Tagliatelle con gli ovoli


400 g tagliatelle
65 g burro tagliato a pezzetti
65 g groviera grattugiato
ovoli tagliati a fette sottili
prezzemolo tritato
sale
pepe

Cuocere le tagliatelle e scolarle al dente.
Metterle nella teglia, condirle con il burro e il groviera, aggiungere anche i funghi e il prezzemolo.
Mescolare e cuocere in forno a 200° per circa 5/10'.
Una spolverata di pepe e mangiare.
Ho fatto la fotografia prima di mettere il pepe.

sabato 10 ottobre 2009

Una bellissima raccolta... di funghi








Ovoli e porcini!

Sono posati sopra un tavolino di 75 x 75 cm.
Buoniiiiiiiiii!!!!!!!!!

Mio marito questa volta è stato fortunato.

venerdì 9 ottobre 2009

Stampi silicone nuovi

Stampi "Milleforme Pavoni", comprati oggi alla fiera di Scandicci.

Stampo "M'AMA NON M'AMA", dimensioni esterne: Ø 260 x 50 mm; volume petalo: circa 160 cc - Mini Tortiere



Stampo "FLORENTINE", Ø60 mm, h 12 mm - Stampi monoporzioni


In questo momento, nel sito della Pavoni, è possibile scaricare un ricettario con "OTTO NUOVE FAVOLOSE RICETTE PAVONIDEA".

giovedì 8 ottobre 2009

Crepes dentelle

Ho finalmente trovato alla Conad le "Crêpes dentelle".
Ne avevo già parlato in questo post.
Non sono la stessa marca perché queste sono "Gavottes Loc Maria" ma sono buonissime ugualmente.

martedì 6 ottobre 2009

Tortionata di Lodi



Ricetta di Carmen (Dollysister) del forum di Coquinaria

250 g farina bianca 00
125 g mandorle pelate, tritate grossolanamente e tostate (seguire questo ordine)
125 g zucchero
140 g burro a temperatura ambiente
½ bustina lievito

Mescolare tutto insieme quando le mandorle sono ancora calde.
Sbriciolando l'impasto con le mani, mettere in una teglia di 26 cm di diametro.

Cuocere in forno statico a 190° per 30’, sul ripiano centrale.

E' un dolce che non va tagliato con il coltello ma spezzato con le mani.

Buona, buona, buona, buona....

---------------

SBRICIOLONA CON FARINA DI RISO

150 g burro morbido
140 g farina 0
70 g farina riso
90 g zucchero
100 g mandorle tritate grossolanamente
50 g nocciole tritate grossolanamente

Ho sabbiato le farine con il burro, ho aggiunto il resto degli ingredienti.
Ho imburrato due piccole teglie di alluminio di 16 cm di diametro (o una da 24 cm) e ci ho versato le briciole.
Ho cotto in forno ventilato a 150°C per 50' circa.
Ho lasciato raffreddare bene e ho sformato.

domenica 4 ottobre 2009

Cardamomo verde e nero

Cardamomo verde e nero





Ho usato il cardamomo verde per fare:

Pane ai semini vari



230 g farina manitoba
200 g acqua + quella per spruzzare
4 g lievito di birra Mastro Fornaio
1 cucchiaino zucchero
1 cucchiaino sale
230 g semi tostati misti (girasole, grano saraceno, zucca, sesamo e lino)

Ho impastato tutto nel kenwood e ho aspettato che lievitasse.
Ho diviso l'impasto in due parti e ho formato due frusta.
Ho posizionato nello stampo e ho fatto lievitare di nuovo.
L'impasto è venuto molto sodo e durante la seconda lievitazione ho spruzzato spesso con acqua per evitare che si asciugasse troppo.

Amatriciana (Gricia)


Ricetta di Anna del blog "La cuoca che copia".

Queste foto sono della prima volta che ho fatto la ricetta e ci avevo messo poco pecorino, la seconda volta l'ho fatta così:

per 250 di pasta

80 g pancetta
peperoncino rosso
50 g pecorino (Anna consiglia il pecorino romano)

Ho tagliato la pancetta a striscioline sottili, le ho messe in una padella senza nessun condimento e le ho cotte, girando spesso con un mestolo, fino a quando sono diventate croccanti.
Quando la pancetta ha cominciato a sciogliersi ho aggiunto il peperoncino.
Ho condito la pasta anche con il pecorino grattugiato.

Note mie:
  • salare poco l'acqua di cottura della pasta perché il condimento viene salato
  • aggiungere al condimento un po' di olio o un po' di acqua di cottura altrimenti è troppo asciutto.
------------------------

Eleonora Marinora la chiama Gricia e consiglia:

"Pecorino buono e guanciale altrettanto buono.
Rosoli il guanciale in una padella calda senza olio.
Grattugi il pecorino e ne metti metà in una ciotola, aggiungi un po' di acqua di cottura della pasta e fai una crema.
Togli metà dell' olio del guanciale e lo unisci alla crema di pecorino.
Cuoci al dente la pasta, la metti nella ciotola con la crema di pecorino e olio, aggiungi l'altra metà del pecorino e il guanciale con il suo restante olio.
Una mantecatina nella ciotola. Fantastica!"
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...