Pagine

martedì 20 luglio 2010

Bavarese yogurt e pesche



Per la bavarese:
750 g yogurt cremoso
1,5 dl panna
90 g zucchero
2 fogli di gelatina Rebecchi (nella ricetta era scritto 14 g)
scorza di 1 limone grattugiata e 2-3 cucchiai succo limone

Per la salsa:
1 cucchiaino amido di mais
2 dl sciroppo delle pesche sciroppate

Per la decorazione:
pesche sciroppate

Mettere a bagno la colla di pesce.
Far bollire metà yogurt con lo zucchero, aggiungere la gelatina strizzata e girare per farla sciogliere bene.
Far intiepidire quindi unire lo yogurt rimasto, il succo e la scorza del limone.
Mescolando ogni tanto, aspettare che la gelatina cominci ad addensare il composto.
Sulla rivista c'è scritto di montare la panna, unirla allo yogurt e continuare a montare con le fruste elettriche. Io l'ho fatto ma mi sembra inutile montare prima la panna.
La prossima volta penso di provare ad unire la panna liquida allo yogurt poi montare tutto insieme.
Ho messo in uno stampo margherita (Ø220 cm) della Silikomart e ho tenuto in frigorifero tutta la notte a rassodare.

Per la salsa ho mescolato l'amido di mais allo sciroppo delle pesche, in un tegamino.
Sempre mescolando, ho fatto bollire per un minuto.

Ho sformato la bavarese, ho versato al centro la salsa e ho decorato con fette di pesche sciroppate.

Ricetta trovata sulla rivista "Cioccolato & C".


Note mie:
  • stampo da sformare = mettere 3 fogli di gelatina Rebecchi invece di 2,
  • bicchierini = vanno bene solo 2 fogli.
  • 22 luglio = la mia amica Simona l'ha provata, in uno stampo unico, usando 4 fogli di gelatina Pane degli Angeli, ed è venuta perfetta.

mercoledì 14 luglio 2010

Fagottino melanzane e brie



Sono stata ad un matrimonio e, oltre agli antipasti che mi hanno fatto impazzire, mi è piaciuto molto un primo che si chiamava: "Fagottino ripieno di melanzane e brie su emulsione al basilico".
Ho cercato di ricrearlo e devo dire che l'esperimento è riuscito.

Per le crespelle
120 g farina
4 uova
1/2 l latte
1 pizzico di sale
20 g burro fuso + quello per ungere la padella

Per il ripieno
370 g melanzana tonda, pelata
160 g brie
1 uovo
2 cucchiai parmigiano grattugiato
1 pizzico di sale
olio

Inoltre
porro
basilico
olio evo

Crespelle
Ho mescolato gli ingredienti per le crespelle e ho fatto riposare circa un'ora in frigorifero.
Le ho cotte in una padellina unta via, via con un po' di burro.
Mi sono venute 15 crespelle di 18 cm di diametro.

Ripieno
Ho tagliato le melanzane e il brie a dadini.
Ho cotte velocemente le melanzane con un po' di olio e ho fatto intiepidire.
Ho unito gli altri ingredienti e ho mescolato bene.

Ho fatto bollire dell'acqua in un tegame.
Ho lavato e "sfogliato" il porro. Ho gettato le foglie per qualche secondo nell'acqua in ebollizione, ho scolato e raffreddato subito nell'acqua fredda.

Ho messo una cucchiaiata di ripieno in ogni crespella, l'ho chiusa a fagottino con una striscia di porro e ho passato in forno a 200°C su una teglia, ricoperta di carta forno.

Ho frullato del basilico con l'olio e ne ho messo una cucchiaiata per piatto.
Ci ho appoggiato sopra la crespella appena uscita dal forno.

Note mie:
  • la prossima volta devo mettere meno basilico nell'emulsione.
  • mettere più farina nell'impasto delle crepes (provare con 170 grammi) perché ho durato fatica a girarle.

venerdì 9 luglio 2010

Chocolate pear pudding di Nigella



Torta cioccolato e pere di Nigella

2 lattine pere sciroppate - peso netto 420 g
125 g zucchero
125 g farina
25 g cacao amaro
150 burro morbido più quello per imburrare la teglia
1 cucchiaino lievito in polvere
1/4 di cucchiaino bicarbonato di sodio
2 uova
estratto di vaniglia

Per la salsa al cioccolato:
acqua
cioccolato fondente

Nigella usa le pere al naturale che io non ho trovato.
Ho cotto in una teglia di 20 x 26 ma sarebbe stata meglio usarne una quadrata di 22 cm di lato, come consigliato da Nigella.
Scolare le pere e posizionarle nella teglia imburrata.
Mescolare tutti gli altri ingredienti e versarli sulle pere.
Cuocere in forno a 200°C per circa 30'.
Servire con la salsa al cioccolato.

Per la salsa al cioccolato ho fatto ad occhio.
Ho fatto bollire dell'acqua.
Fuori dal fuoco ho unito del cioccolato tritato e ho mescolato.
Ho continuato ad aggiungere cioccolato fino a quando la consistenza mi è sembrata quella giusta (fare attenzione che, quando la salsa si raffredda, diventa più soda).

La ricetta originale di Nigella è qui.

Straccetti di tacchino al rosmarino


600 g petto di tacchino
3 uova
succo 1/2 limone
2 rametti di rosmarino (gli aghi tritati)
120 g pangrattato
3 cucchiai grana
sale
pepe

Tagliare il petto di tacchino a striscioline.
Battere le uova con il succo di limone, il sale e il pepe, immergerci il tacchino e lasciare riposare in frigorifero.
In una busta trasparente per alimenti, abbastanza grande, ho mescolato il pangrattato, con il formaggio e il rosmarino tritato.
Al momento di cuocere, ho messo nella busta il tacchino ben sgocciolato, ho agitato il tutto cercando di "impanare" bene e ho fritto.

Ricetta trovata su una rivista di quelle piccoline ma purtroppo non ricordo il nome.
Ho leggermente aumentato la quantità di pangrattato e di formaggio.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...