Pagine

sabato 11 febbraio 2012

Zeppole

Per le zeppole:
250 ml acqua
50 g burro
150 g farina bianca
50 g amido di mais
5 uova
3 cucchiai liquore secco o maraschino
1/2 bustina lievito
sale

Per la glassa:
125 g zucchero a velo
3/4 cucchiai succo di limone
2/3 cucchiai albume

Inoltre:
olio per friggere

In una casseruola portate ad ebollizione l’acqua con il burro e il sale. 

Allontanate dal calore e unite in un solo colpo la farina setacciata con l’amido di mais.
Amalgamate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Rimettete sul fuoco e, sempre mescolando, cuocete la massa per 1 minuto.
Allontanate dal calore, lasciate un momento intiepidire, poi unite un uovo alla volta, il liquore e il lievito. 
Trasferite il composto nella sac à poche e distribuite su dei foglietti di carta da forno, delle ciambelline del diametro di 5/6 cm. 
Friggete le ciambelline in abbondante olio di semi, immergendo anche la carta da forno nell'olio bollente per evitare che le zeppole si deformino, poi rigiratele in modo che diventino dorate da entrambe le parti.
Scolatele e ponetele a raffreddare su carta da cucina.
Setacciate lo zucchero a velo in una ciotola, aggiungete l’albume e il succo di limone. 
Lavorate il composto con una frusta fino a quando non sarà omogeneo. 
Ponete le zeppole su una gratella e, con un cucchiaio, distribuite la glassa sulle ciambelline.

Fonte "Più Dolci".
Ho ritrovato la pagina della ricetta che avevo fatto tempo fa, la inserisco.

giovedì 9 febbraio 2012

Dolce lievitato al limone e arancia


Fonte: http://thewhimsicalcupcake.wordpress.com/2011/06/24/lemon-scented-pull-apart-coffee-cake/ (il collegamento non funziona più)
Titolo originale: Lemon Scented Pull-Apart Coffee Cake

La ricetta originale è in cup e in once, questa è la mia versione in grammi.

Per l'impasto:
350 g farina 0
50 g zucchero
1 bustina lievito Mastro Fornaio
1 pizzico sale
70 g latte intero
60 g burro
60 g acqua
estratto vaniglia
2 uova

Per il ripieno:
100 g zucchero
2 limoni scorza grattugiata
2 arance scorza grattugiata
70 g burro (che ho usato anche per imburrare lo stampo)

Per la glassa al formaggio:
100 g Philadelphia
35 g zucchero a velo
1 cucchiaio latte intero
1/2 limone, il succo

Stampo da plum cake:
misura superiore 25 x 11,5 cm
misura inferiore 23 x 9 cm

Ho sciolto il burro nel latte sul fuoco, ho spento e ho aggiunto l'acqua.
Ho pesato la farina. Dal peso totale ne ho tolti 250 g e li  ho messi nell'impastatrice insieme allo zucchero e il lievito.
Ho aggiunto il latte/burro/acqua tiepidi e ho azionato la macchina.
Ho unito il sale, l'estratto di vaniglia e le uova, uno alla volta, mescolando dopo ogni aggiunta.
Ho aggiunto ancora della farina e ho fatto impastare bene.
Ho unito la rimanente farina e ho ancora fatto impastare.
Ho lasciato lievitare e nel frattempo ho preparato il ripieno, grattugiando la scorza degli agrumi e mescolandola con lo zucchero.
Dopo circa un'ora, ho impastato pochissimo a mano e ho tirato, con l'aiuto del matterello, una sfoglia grande circa 50 x 30 cm.
L'ho spennellata abbondantemente con il burro del ripieno, che avevo già fatto sciogliere nello stampo da plum cake.
Ho tagliato in 5 strisce e le ho cosparse con la scorza degli agrumi. Le ho messe una sull'altra e le ho tagliate in 5 parti (la prossima volta tagliarle in 6 parti). Le ho posizionate ritte nello stampo.


Ho lasciato lievitare poi ho messo in forno a 180° C per circa 20'.


Ho spento il sopra del forno e abbassato a 150°C perché ho visto che si stava colorendo troppo, ho cotto ancora per 20'.


Con attenzione ho tolto dallo stampo e lasciato leggermente raffreddare.
Ho preparato la glassa mescolando tutti gli ingredienti.
Ho spennellato con la glassa al formaggio.


Mie note:
  • buonissimo!
  • La prossima volta tagliare le strisce in 6 parti perché entravano troppo precise nel mio stampo.
  • La glassa al formaggio mi convinceva poco invece devo dire che è buonissima e l'aspro del succo di limone ci sta proprio bene. Nella ricetta originale vedo che la glassa è più colante della mia, potrei provare a unirci più latte.
    Avendo messo la glassa sopra il dolce, va conservato in frigorifero ma non trovo che sia un dolce da frigorifero per cui la prossima volta terrò il dolce a temperatura ambiente e servirò la glassa, fatta più liquida, a parte.

giovedì 2 febbraio 2012

Cuoricini di zucchero





Cominciare mescolando poco zucchero semolato con colorante e albume.
Io avevo polvere di meringa e ho usato quella con le dosi indicate nel sito: 1 cucchiaino da thè di polvere di meringa e 1 cucchiaio di acqua.
Si taglia con una formina, si posiziona su carta forno e si fa seccare in forno a 90° C per 10'.

Si comincia con il colore più forte che nel mio caso doveva essere il rosso ma siccome nel sito non era specificato se erano gradi Celsius o gradi Fahrenheit, i primi mi si sono caramellati (ho messo in forno a 200°C e non a 200°F). Meglio prepararli prima tutti e poi seguirli mentre sono in forno.

Si continua aggiungendo zucchero e e albume per fare tonalità sempre più chiare.

Userò i cuoricini per decorare un dolce.



Avevo già fatto degli zuccherini tipo questi ma usando solo acqua e zucchero semolato che avevo premuto in piccoli stampini. Li avevamo poi usati per zuccherare il caffè e gli ovetti per decorare un dolce.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...