Pagine

lunedì 28 maggio 2012

Minestra con foglie di ravanello


Mezza cipolla
2 patate
foglie di un mazzetto di ravanelli
4 pomodorini rossi
pastina da brodo
olio
sale

Ho soffritto la cipolla nell'olio, ho aggiunto le patate tagliate a piccoli pezzi e ho soffritto ancora.
Ho unito le foglie dei ravanelli tritate, i pomodorini e l'acqua e ho fatto cuocere.

giovedì 24 maggio 2012

Gelatina senza colla di pesce

Per copertura e per lucidare



Ricetta trovata sulla rivista "Cioccolato & C" che ho usato per coprire una bavarese alle pesche.

1 cucchiaino amido di mais
2 dl sciroppo delle pesche sciroppate


Mescolare gli ingredienti e far bollire per un minuto.


--------------------------



Ricetta di  Marialetizia

1 bicchiere d'acqua 
1 cucchiaio di amido di mais
1 cucchiaio di zucchero
colorante a piacere

Mescolare gli ingredienti, far bollire. Usare da fredda.


lunedì 21 maggio 2012

Dolce lievitato al cacao





Titolo originale: Brioche Pré-Tranchée, Brioche à Partager

Io ho fatto così:

per la pasta brioche
380 g farina
1 bustina lievito Mastro Fornaio
50 g zucchero estratto vaniglia in polvere
1/2 cucchiaino sale
2 uova
100 ml latte tiepido
40 ml acqua tiepida
60 g burro morbido

per il ripieno
50 g burro fuso (si può sostituire con burro di arachidi)
60 g zucchero canna
15 g cacao amaro estratto vaniglia in polvere
gocce di cioccolato

Impastare gli ingredienti per la pasta brioche senza aggiungere altra farina.
Far lievitare in una ciotola unta di olio fino al raddoppio (Sandra suggerisce che si potrebbe far lievitare tutta la notte in frigorifero).

Preparare il ripieno mescolando lo zucchero di canna con il cacao e la vaniglia in polvere.
Sciogliere il burro.
Imburrare uno stampo da plum cake di 23 cm di lunghezza.
Trasferire la pasta su un piano di lavoro infarinato e stenderla formando un rettangolo di circa 50 x 30 cm. Spalmare il burro fuso e cospargere con le polveri (cacao, zucchero, vaniglia).
Tagliare in strisce della stessa larghezza, mettere le gocce di cioccolato sopra la prima striscia, sovrapporre la seconda striscia, cospargere di gocce di cioccolato e così via fino alla fine delle strisce. Sandra mette le gocce di cioccolato sul rettangolo ma io ho preferito metterle sulle strisce perché spostando una striscia sull'altra me le perdevo tutte per la strada. Fate voi come preferite.
Tagliare il rettangolo di strisce in 5 o 6 parti e sistemarle in bell'ordine o leggermente inclinate nello stampo da plum cake.
Lasciare ancora lievitare.
Portare il forno a 180°C e cuocere il dolce per circa 30'. Non fatevi ingannare dal colore perché essendoci il cacao, diventerà piuttosto scuro.

---------------------------

Ne avevo fatto una versione simile ma, dietro suggerimento di Federica, ho voluto provare anche questa.
Molto buona ma sinceramente preferisco l'altra!

http://lauracucina.blogspot.it/2012/02/dolce-lievitato-al-limone-e-arancia.html

sabato 12 maggio 2012

Penne zucchine e gamberetti


Combinazione zucchine/gamberetti che mi ha suggerito la mia amica Mirella.

Io ho fatto così:

4 zucchini con i fiori
1 confezione piccola di gamberetti surgelati
pomodorini maturi
1 spicchio aglio
sale, pepe, olio, burro
latte
prezzemolo

Far scongelare i gamberetti, lavarli e scolarli bene.
Ho lavato gli zucchini e i fiori.
Ho tolto la parte verde degli zucchini facendo un taglio sui quattro lati immaginari: la parte verde l'ho tagliata a julienne, la parte bianca in piccoli quadratini.
Ho tagliato i fiori, ho tritato l'aglio, ho tagliato i pomodorini, ho tritato il prezzemolo.
Ho messo nella padella l'olio, il burro e gli zucchini e ho cotto velocemente per asciugare l'acqua delle zucchine. Salare e pepare.
Ho aggiunto i fiori, l'aglio e i pomodorini e ho cotto velocemente.
Ho unito anche i gamberetti, ancora un minuto di cottura e ho spento.
A freddo ho messo il prezzemolo e un po' di latte.
Ho condito la pasta.

Buona, buona e delicata! L'ha mangiata anche mio figlio che non mangia mai gli zucchini.

mercoledì 9 maggio 2012

Frittelle di ricotta di Patrizia e Nicola

Frittelle Patrizia

Frittelle Patrizia


Frittelle di ricotta di Patrizia

300 g ricotta
2 uova
scorza limone
4 cucchiai farina (65 g)
2 cucchiai zucchero (20 g) + quello per cospargerle
latte poco
sale
olio per friggere

Sbattere le uova con lo zucchero, incorporare la farina, la scorza di limone e il sale.
Passare la ricotta al setaccio e unirla all'impasto, aggiungere un poco di latte in modo da ottenere un composto consistente.
Scaldare l'olio e friggere le frittelle prendendo l'impasto a cucchiaiate.
Cospargerle con abbondante zucchero.



Frittelle di ricotta di Nicola

400 g ricotta
60 g farina
2 uova
scorza limone
4 cucchiai zucchero
1 bicchierino cognac
olio per friggere

domenica 6 maggio 2012

Frittata con gli agretti


Avevo sempre mangiato gli agretti semplicemente lessati, questa volta, dietro consiglio del mio ortolano, ho provato a farci la frittata.
E' andata bene! L'ha mangiata ed è piaciuta anche a mio marito che non ama gli agretti lessi.

1 mazzo di agretti
4 uova
1 cipolla piccola
qualche pomodorino
olio
sale
pepe

Ho pulito gli agretti (ma quanto ci vuole a pulirli?), li ho lavati bene e li ho tagliati a pezzetti.
Nella padella per la frittata o soffritto la cipolla nell'olio, ho aggiunto gli agretti, i pomodorini a pezzetti, il sale e ho fatto cuocere e ritirare l'acqua.
Ho sbattuto le uova con poco sale e ho fatto la frittata.

Cervello fritto

cervello di vitella
farina
acqua
sale
succo limone
olio semi

Lavare il cervello e tenerlo in acqua fredda per circa 30'.
Togliere i grumi di sangue e la pellicola che lo ricopre.
Far bollire l'acqua e scottare per 2'.
Farlo raffreddare in acqua fredda, asciugarlo bene, tagliarlo a fette.
Metterlo in una pastella fatta con acqua, farina, sale, poco succo di limone, 1 cucchiaino di olio e friggerlo.
A me piace molto con contorno di carciofi fritti, questa volta avevo fritto anche le zucchine.

---------------------


Altra versione 2013.

Dopo averlo tagliato a fette, passare nella farina e poi nell'uovo sbattuto. Friggere e salare.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...