Pagine

lunedì 18 aprile 2016

Sbriciolona al cioccolato e sale



125 g farina 0
75 g semola di grano duro
mezza bustina lievito
100 g zucchero
100 burro a temperatura ambiente
1 uovo
50 g cacao amaro
50 g cioccolato fondente
amido di mais o farina di riso q.b.
fiocchi di sale di Maldon

Tritare il cioccolato fondente.
Amalgamare con le mani il burro, la farina bianca, la semola, il lievito, l'uovo, lo zucchero e il cacao amaro formando delle grosse briciole.
Unire anche il cioccolato tritato e all'occorrenza un po' di amido di mais o farina di riso. Spolverare leggermente con sale (io ne avevo messo un po' troppo).

Imburrare e infarinare una teglia di cm 26 di diametro, versare l'impasto sbriciolato e cuocere in forno a 180°C per 30' circa.
Si mangia fredda, spezzandola con le mani.

La ricetta originale si chiama: Fregolotta al cioccolato e sale dolce di Cervia.
Quella sopra è la mia versione.

domenica 13 marzo 2016

Brownies alla Nutella


280 g Nutella
60 g farina 00
2 uova grandi

Mescolare con una frusta le uova e la farina, in ultimo aggiungere la nutella.
Ho versato in una teglietta di alluminio di 20 cm di diametro, imburrata e spolverata con il cacao e ho cotto per 20' ca a 180°C.

Ciambella al limone



Torta al limone (ricetta Paneangeli)

250 g burro a temperatura ambiente
200 g zucchero
4 uova
1 fialetta aroma limone
1 pizzico sale
250 g farina 00
150 g amido frumento (ho sostituito con amido di mais)
2 limoni
1 bustina lievito

Per la glassa (scrivo la mia versione)
succo di 1 limone
100 g zucchero a velo


Lavorare a crema il burro e aggiungere zucchero, uova, aroma, sale e scorza grattugiata di 1 limone.
Setacciare la farina, con l'amido di mais e il lievito e unirli a cucchiaiate all'impasto, alternando con 7 cucchiai di succo di limone (nella ricetta erano 3 cucchiai).
La ricetta originale prevedeva uno stampo a cerchio apribile di 24 cm di diametro, foderato di carta forno, io ho cotto nella pentola fornetto di 24 cm di diametro, imburrata e infarinata.
Cuocere circa 60' (nel forno cuocere a 180°C per 50/60').

Preparare la glassa mescolando sul fuoco il succo di limone con lo zucchero a velo e stenderla sulla ciambella fredda.

martedì 1 marzo 2016

Torta con perle di agar agar e alchechengi








Perle di agar agar

100 g caffè
1 g agar agar in polvere
100 ml olio semi mais

Ho messo l'olio in un contenitore stretto e alto in frigorifero il giorno prima  in modo da farlo raffreddare bene.
Ho preparato il caffè e ci ho sciolto l'agar agar. Ho messo sul fuoco e, sempre mescolando, ho fatto bollire 3/4'. Ho messo nella pipetta Lékué (ma avrei potuto usare anche una siringa grande senza ago) e ho versato goccia, goccia nell'olio freddo.
Ho scolato dall'olio con un colino (recuperando l'olio per usi futuri), ho sciacquato le perle sotto l'acqua corrente e ho tenuto da parte.

In rete si trovano tanti video che spiegano bene come fare, ne linko uno:
https://youtu.be/lghMnAH5CuY



Torta

1 pan di Spagna Ø cm 

Per farcire:
250 g nutella
250 g mascarpone
gocce di cioccolato fondente
liquore al cioccolato

Per ricoprire e decorare:
500 g panna liquida fresca
2 cucchiai mascarpone
50 g zucchero

perle di agar agar
alchechengi

.....................

venerdì 26 febbraio 2016

Torta di mele in padella


I misurini che ho usato

La torta in cottura


In questa ricetta non grammi ma cup, le tazze americane.
La ricetta originale è qui.
Questa, con alcune modifiche, è la mia versione (fra parentesi l'originale).

1 mela
1/8 tazza uvetta
2/3 tazza zucchero semolato
2 cucchiaio acqua

2 uova
1/4 tazza zucchero di canna Moscobado (zucchero semolato)
1/3 tazza di burro, fuso
vaniglia
1 cucchiaio cognac
2/3 tazza farina 00
1/5 tazza pinoli (farina mandorle)
1/2 cucchiaino lievito

(yogurt e panna mescolati in ugual dosi per accompagnare)


Tagliare le mele a cubetti.
In una padella di 24 cm di diametro, fare un caramello chiaro con lo zucchero semolato, unire i pezzi di mela e girare. Unire anche l'uvetta precedentemente ammollata e in ultimo l'acqua. Lasciare da parte.

Con uno sbattitore montare le uova con lo zucchero, aggiungere la vaniglia e il cognac.
Unire anche la farina setacciata con il lievito, il burro fuso e i pinoli.
Mettere uno spargifiamma sul fornello.
Versare il composto sopra le mele, coprire bene con il coperchio e cuocere a fuoco medio per 3'.
Ridurre il calore al minimo e continuare la cottura per altri 35'.
Alla prova lo stecchino risulterà asciutto.
(Preparare la salsa di accompagnamento mescolando uguali quantità di yogurt e panna.)

Note mie: molto buono e da rifare sicuramente.

sabato 13 febbraio 2016

Pan brioche di Laura Ravaioli






400 g farina 00
100 g farina Manitoba
5 uova
60 g zucchero
10 g sale
5 g lievito di birra Mastro Fornaio
25 g acqua
250 g burro morbido

Lavorare nell'impastatrice gli ingredienti aggiungendo in ultimo le uova e poi il burro tagliato a pezzetti. Verrà un impasto molto morbido ma va bene così.
Metterlo in una grande ciotola, coprire con pellicola e conservare in frigo per 24 ore.
Trascorso il tempo, lavorare brevemente l'impasto, dividerlo in 4 o 6 parti uguali, formare delle palle e metterle vicine in uno stampo da plum cake, precedentemente unto e infarinato (ho usato uno stampo lungo cm 25 e ho scoperto dopo averlo fatto che ne avrei dovuto usare uno di 30 cm).
Lasciar lievitare fino al raddoppio, infornare e cuocere a 180°C per circa 60'.

Ho trovato la ricetta nel blog di Giulia a questo indirizzo.
Giulia ha scritto anche che la Ravaioli aveva cotto in uno stampo a corona (quello con il buco in mezzo).

venerdì 12 febbraio 2016

Panini con semi vari






Panini soldatini

500 g farina 0
4 g lievito di birra Mastro Fornaio (mezza bustina)
2 cucchiaini zucchero
380 g acqua
3 cucchiaini sale
110 g semi vari (lino, sesamo bianco, sesamo nero, girasole)

La mattina ho mescolato in un contenitore la farina con lo zucchero e il lievito, ho aggiunto l'acqua, il sale, i semi e ho mescolato ancora velocemente, tanto per amalgamare gli ingredienti.
Ho coperto con pellicola trasparente e ho messo in frigo.

Ho tolto dal frigo verso le 13 e ho lasciato lievitare a temperatura ambiente, portando ogni tanto con una paletta l'impasto più esterno verso il centro.
Ho rovesciato l'impasto su carta da cucina abbondantemente infarinata cercando di formare un forma tonda, ho tagliato in 16 parti e ho formato i panini arrotolando ogni fetta su se stessa, partendo dalla punta.
Ho posato su una teglia con i fori, ricoperta con carta forno, così come si vede nelle foto.
Ho lasciato lievitare ancora.

Ho sistemato sulla base del forno, che avevo portato a 220°C, una teglia con acqua, ho appoggiato sulla griglia la teglia con i panini e ho cotto per circa 30' e poi... sono andata a sentimento.
Ho levato dal forno la teglia con l'acqua.
Ho abbassato il forno a 180°C e ho cotto ancora per ca 20'. Verso la fine del tempo ho tolto la carta forno e ho acceso il ventilato per permettere ai panini di colorire anche sui lati.
Risultato ottimo e senza tanta fatica perché praticamente non ho impastato mai.
I panini sono venuti cotti bene e con la crosta croccante proprio come piace a noi.

Link With in

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs