Pagine

martedì 6 giugno 2017

Braciole alla messinese

Cotte in padella

Cotte sui carboni

400 g carne di manzo da carpaccio
100 g pangrattato (ottimo il pane secco grattugiato)
60 g parmigiano grattugiato
30 g pecorino grattugiato
prezzemolo o origano
1 spicchio aglio
olio evo
sale, pepe

Mescolare il pangrattato con i formaggi, il prezzemolo e l'aglio tritati, il sale e il pepe.
Ungere le fette di carne con l'olio, "impanare" con il miscuglio di pangrattato e formaggi, metterne ancora un po' in ogni fetta, arrotolare.

Io ho fermato con uno stecchino e cotto in padella con olio, girando spesso.
In alternativa si possono cuocere in forno o sul barbecue, magari allineandone 4 o 5 e fermandoli con due spiedini di legno.

Buone, buone e saporite!

venerdì 2 giugno 2017

Rosa di patatine




Patatine bianche come nella foto
200 g insalata russa o formaggio spalmabile
sticks salati
foglie di alloro

Torta invisibile alle mele



Per la torta
2 mele
2 uova
100 ml latte
70 g zucchero
20 g burro
80 g farina
mezza bustina di lievito
40 g mandorle a fette

Per la salsa al caramello
60 g zucchero 
poca acqua 
100 ml panna liquida

Sbucciare le mele e tagliarle a fettine sottili.
Sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere il burro fuso, il latte, la farina e il lievito.
Aggiungere anche le mele e mescolare.
Imburrare e infarinare una teglia di cm 24 di diametro, versarci l'impasto e sopra tutto distribuire le mandorle.
Cuocere in forno a 170°C per 45/50'.

Per la salsa
Mentre si fa caramellare, in un tegamino con bordi alti, lo zucchero con un po' di acqua, riscaldare la panna. Togliere dal fuoco e con attenzione mescolare la panna calda al caramello. Rimettere sul fuoco e far sciogliere di nuovo.
Lasciar intiepidire e versare sulla torta.

Ricetta di Corina Rotaru. Corina non aveva messo il lievito e aveva cotto in uno stampo da plum cake.

lunedì 15 maggio 2017

Panfoglia







500 g farina di grano tenero W 330 Molino Rossetto
35 g lievito madre Molino Rossetto
15 g sale
10 g zucchero
350 ml acqua a temperatura ambiente
5 g malto diastasico Molino Rossetto

Ho seguito quasi completamente la ricetta che ho trovato sulla scatolina del lievito madre (io ho aggiunto 50 ml di acqua e il malto diastasico).
Ho cominciato la sera.
Ho mescolato la farina con il sale, lo zucchero, il malto e il lievito, ho aggiunto l'acqua e ho impastato.
Ho diviso l'impasto a metà, perché per noi sarebbe stato troppo: una parte l'ho messa nel congelatore e una parte nel frigorifero fino alla mattina dopo.
Stamani ho fatto lievitare a temperatura ambiente poi ho cominciato a fare delle pieghe.
Ho formato un filoncino e ho steso con il matterello circa un terzo di impasto per il lungo.
Ho tagliato per dare la forma di una foglia con un tagliapasta tondo, ho unto con olio di oliva evo circa 1 cm del bordo della foglia dalla parte interna e ho sovrapposto all'altro impasto.
Accendere il forno a 210°C mettendo sul fondo un contenitore con acqua.
Lasciare ancora lievitare, spolverare con farina fatta cadere da un setaccio e fare i tagli.
Nel primo pomeriggio ho infornato a 210°C.
Ho cotto per circa 50' riducendo via, via la temperatura del forno fino a 150°C e fino alla cottura che noi preferiamo.

La mia pagnottina/filoncino è venuta di circa 400 grammi.

Per questa mia prova mi sono ispirata ai pani spettacolari di Josep Pascual. Cercatelo su internet, rimarrete stupite da quello che riesce a fare.

sabato 13 maggio 2017

Girasole di insalata russa



200 g insalata russa
mais lessato
semi di papavero
Cipster patatine soffiate

Rivestire una piccola ciotola con pellicola trasparente, versarvi l'insalata russa, compattandola bene con un cucchiaio.
Mettere per cinque minuti nel congelatore.
Sformare su un piatto, togliere la pellicola e decorare con mais, semi di papavero e patatine soffiate.

Con questa dose io ci ho cenato, penso quindi che come antipasto sia sufficiente per due persone, altrimenti lo possiamo fare più grande e decorare con patatine Pringles (quelle nel tubo).

Da un'idea della mia amica Stefania.

giovedì 11 maggio 2017

Sfogliata di pesche con crema di mandorle



1 rotolo di pasta sfoglia da banco frigo
zucchero a velo

100 g mandorle spellate
80 g latte condensate
80 g yogurt greco magro
scorza limone grattugiata

5 pesche a pasta rossa
2 cucchiai confettura di pesche

Aprire la pasta sfoglia e tagliarne un disco di circa 26 cm di diametro, in modo da far avanzare un anello di circa 1,5 cm, che servirà per fare il bordo alla crostata.
Spennellare il bordo del disco con poca acqua, sovrapporre l'anello pizzicandolo in modo da formare un decoro (meglio spennellare anche l'anello con l'acqua perché in cottura non conserva la forma).
Bucherellare il fondo con una forchetta, spolverare con abbondante zucchero a velo e infornare per 20' circa a 180°C.
Lasciar raffreddare.

Per la crema
Immergere le mandorle in acqua e lasciarle riposare per qualche ora.
Scolarle e trasferirle nel bicchiere di un mixer con lo yogurt greco, il latte condensato e un cucchiaio di acqua.
Frullare aggiungendo eventualmente anche un po' di succo di limone.
Unire anche la scorza grattugiata.

Spalmare la crema sulla base cotta e  disporre sopra le fettine di pesca messe a spirale (Natalia dice che si possono usare anche fragole o altra frutta).

Per glassare, sciogliere la confettura di pesche con un po’ d’acqua in un pentolino e spennellare le pesche.

Conservare in frigorifero.

Ricetta di Natalia Cattelani, vista a "La prova del cuoco".

Involtini di salmone fresco


fettine sottili di salmone fresco
formaggio spalmabile
asparagi
olive verdi snocciolate
limone
pane a cassetta
olio
sale e pepe

Lessare gli asparagi, ricavarne dei bastoncini per farcire le fette di salmone, condire con scorza di limone, sale e pepe.
Tritare con il mixer le fette di pane a cassetta e lasciare da parte.
Amalgamare in una ciotola le olive tritate, con la scorza del limone grattugiata e il formaggio, salare e pepare.
Stendere le fette di salmone, spalmarle con il formaggio preparato, aggiungere un bastoncino di asparago e arrotolare. Passare nel pane a cassetta tritato.
Mettere un po' di olio in una teglia da forno, adagiarci gli involtini di salmone e cuocere in forno a 180°C per circa 20'.
Servire con asparagi lessati e conditi con olio, sale e pepe.

Nella ricetta originale, trovata su "Cucina no problem" c'era anche il timo che io non ho messo.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...