Pagine

lunedì 22 ottobre 2018

Torta Nua con ricotta e marmellata



Per la torta
300 g farina
3 uova
100 g  latte
150 g zucchero
130 g olio semi mais
1 bustina di lievito

Per la crema di ricotta
1 uova
100 g zucchero
500 g ricotta
scorza limone grattugiata

Inoltre:
marmellata di arance
burro e farina per lo stampo

Per la torta
Montare le uova con lo zucchero.
Aggiungere gli altri ingredienti.
Versare in uno stampo di 22 cm di diametro prima imburrato e infarinato.

Per la crema di ricotta
Frullare la ricotta con le uova, lo zucchero e la scorza del limone.

Con un cucchiaio distribuire mucchietti di crema di ricotta sulla torta, con un cucchiaino mettere anche la marmellata di arance (nella ricetta originale marmellata di arance amare).

Cuocere in forno a 180°C per 50'circa.

Volendo si può cospargere il dolce freddo con zucchero a velo.

Questa è la mia versione della Torta Nua trovata qui.

domenica 21 ottobre 2018

Ravanelli all'olio


Cuocere i ravanelli (in Toscana radici) in una padella con olio. Condire con sale e pepe.

La mia amica Dora mi ha consigliato di tagliare i ravanelli a metà e mettere il lato bianco a rosolare nel burro sciolto. Una volta cotti, condire con sale e pepe.

Involtini di tonno fresco



Fettine sottili di tonno fresco
pangrattato
parmigiano grattugiato
sale
pepe
origano
prezzemolo tritato
olio evo

Lavare e asciugare le fettine di tonno.
In un piatto mescolare il pangrattato con il parmigiano, l'origano, il prezzemolo, sale e pepe.
Distribuire sopra le fettine di tonno, arrotolare e fermare con uno stecchino.
Mettere un po' di olio in una padella e cuocere gli involtini di tonno, salando ancora leggermente.

mercoledì 17 ottobre 2018

Palamita risotto e sott'olio

Palamita kg 2,200

Testa, parte verso la coda. fegato, cuore

Cottura in olio

Le parti sono cotte

Risotto fatto

Palamita lessata

Nei barattoli sott'olio

Risotto con parti povere della palamita

Testa, fegato, cuore e parte finale verso la coda della palamita
scalogno
cipolla
aglio
vino bianco
pomodorini
sale
peperoncino
prezzemolo
olio evo

Lavare il pesce togliendo bene la parte del sangue che è vicina alla lisca centrale.
Cuocere il pesce, recuperare la polpa dalla testa e dalla coda, tritare con il fegato e il cuore.

Soffriggere nell'olio lo scalogno con la cipolla tritati e il peperoncino, versare vino bianco e far evaporare, aggiungere aglio tritato e pomodorini.
Unire anche il pesce tritato.
Fare il risotto, aggiungere a crudo il prezzemolo tritato.



Palamita sott'olio

Lavare il pesce togliendo bene la parte del sangue che è vicina alla lisca centrale.
Tagliare il corpo in più parti (nel mio caso 4 parti).


Mettere in acqua fredda con sale, vino, aceto, limone e lasciare bollire dolcemente per 45'.
Calcolare per ogni litro di acqua: 100 g sale grosso, 50 g vino bianco e 2 cucchiai aceto bianco. 
Nel mio caso ho usato 2,5 l di acqua.
Aggiungere anche un solo limone tagliato in grossi pezzi.
Consiglio di togliere la schiuma che fa il pesce ad inizio cottura.
Dopo che ha sobbollito per 45', scolare bene e lasciar raffreddare.
Appoggiare su un vassoio della carta da cucina, coprire con un foglio di carta da fritti (non si sbriciola), sistemarci il pesce e lasciare a scolare una notte in frigorifero (dopo qualche ora è meglio sostituire la carta con altra asciutta e girare il pesce).

Accomodare bene nei barattolini possibilmente con bocca larga (nella foto ce n'è solo uno giusto, quello di sinistra) e ricoprire con olio di semi di mais. 
Sterilizzare calcolando 90' dall'inizio del bollore (deve sobbollire).
Lasciar raffreddare nell'acqua di cottura.
Etichettare e consumare per 2 mesi dopo.

domenica 14 ottobre 2018

Torta densa al cioccolato di Nigella Lawson



225 g burro morbido
375 g zucchero muscovado scuro
2 uova
1 cucchiaino estratto di vaniglia
100 g cioccolato fondente 78%
200 g farina
1 cucchiaino bicarbonato di sodio (o lievito istantaneo)
250 ml acqua bollente

Lavorare a crema il burro con lo zucchero.
Aggiungere le uova e la vaniglia.
Incorporare il cioccolato fuso tiepido.
Setacciare la farina con il lievito e unirla all'impasto, alternando con l'acqua bollente (verrà un impasto liquido).
Non importa montare il composto ma basta solo mescolare.
Versare in uno stampo foderato (non ho trovato una misura di stampo consigliata in rete) con carta forno e cuocere per 30' a 190°C, abbassare a 170°C e cuocere ancora per 15'.
E' importante foderare lo stampo con carta forno altrimenti non riusciremo a sformare il dolce dopo cotto.
Io ho versato in due tegliette di carta forno di 22 cm di diametro. E' venuto un dolce morbido ma, considerata la minor altezza dei miei dolci penso che la prossima volta cuocerò 5' meno.
A freddo ho spolverizzato con cacao amaro.

Nigella, nel suo libro, consiglia di far riposare il dolce per 24 ore. Per esperienza personale dopo 48 ore è ancora più buono.

Ricetta trovata in vari blog in rete con il titolo di "Torta densa al cioccolato di Nigella Lawson".

martedì 25 settembre 2018

Melanzane mini


Torta al burro di arachidi e cioccolato


3 uova
200 g zucchero
150 g farina 
50 g fecola di patate
20 g cacao amaro
100 g cioccolato fondente
120 g burro di arachidi
50 ml  olio di semi
60 ml  latte
1 bustina di lievito

cacao amaro per spolverare

Tritare il cioccolato e farlo sciogliere a bagno maria con il burro di arachidi. Lasciare raffreddare.
Montare le uova con lo zucchero e aggiungere il cioccolato e il burro di arachidi fusi.
Unire la farina, la fecola, il cacao e il lievito, prima setacciati, l'olio e il latte.
Imburrare e infarinare con cacao amaro e farina uno stampo di 22 cm di diametro.
Cuocere in forno a 170°C per ca 40'.
La torta andava spolverata con cacao amaro ma io non l'ho fatto.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...