Pagine

lunedì 28 dicembre 2015

Peposo toscano

(per 4 persone)

500 g carne manzo tagliata a spezzatino
1 piedino di maiale o 1/2 zampa di vitella
1 costa di sedano
1 carota
1 scatola pelati da 400 g
2 cucchiai farina
2 spicchi aglio
1 cipolla
olio
sale
due bicchieri di vino Chianti
1/2 peperoncino piccante
1 cucchiaio di pepe macinato grosso (proprio un cucchiaio perché deve venire "peposo")
fette di pane toscano agliate

Scottare per dieci minuti il piedino, disossarlo e tagliarlo a pezzetti.
Fare il battuto con gli odori (escluso l'aglio) e rosolare in un tegame di coccio, con poco olio, coperto.
Unire la carne e il piedino (prima infarinati) più gli spicchi di aglio tritati e far rosolare per cinque minuti.
Aggiungere il pomodoro, il sale e il pepe. Far insaporire per dieci minuti e completare con il vino. Quando comincerà a bollire, abbassare la fiamma, coprire e cuocere per almeno due ore.

Servire il peposo in un piatto fondo dove siano state messe delle fette di pane casareccio, abbrustolite e strofinate con aglio.

Io non metto il piedino ma la zampa e uso il muscolo.

Note mie: ricetta avuta tanto tempo fa alla festa del giaggiolo a San Polo in Chianti
Purtroppo non ho foto.

sabato 26 dicembre 2015

Vortice al cioccolato



Per l'impasto
300 g farina
1 uovo e 1 tuorlo
125 g burro fuso e tiepido
90 ml di latticello (*)
1 pizzico di sale
mezza bustina di lievito Mastro Fornaio
50 g zucchero
(*) 90 ml di latte tiepido e 1 cucchiaio di aceto far riposare per 5'

Per il ripieno:
100 g burro fuso e freddo
125 g zucchero
40 g cacao amaro

Per ricoprire:
1 albume d'uovo
zucchero di canna

Impastare a lungo tutti gli ingredienti nell'impastatrice fino ad incordare bene.
Lasciar lievitare fino al raddoppio.

Stendere con le mani formando un rettangolo.
Spennellare con il burro fuso e spargere sopra lo zucchero e il cacao.

Arrotolare dal lato stretto e mettere in uno stampo da pane a cassetta cm 30 x 10 (imburrato e infarinato).
Spennellare con l'albume leggermente montato, spolverizzare con zucchero di canna.
Lasciar lievitare nuovamente fino al raddoppio e cuocere in forno a 180°C per circa 50'.

Fonte Chocolate Babka (Marbled Brioche)

venerdì 25 dicembre 2015

Alberello avocado


Pane a cassetta senza crosta e bastoncini salati per gli alberelli

1 avocado
poca cipolla tritata
succo di mezzo limone
1 pizzico di sale
poco olio
2 cucchiaiate di panna acida

pomodorini freschi maturi, tolti i semi e tagliati a cubetti, per decorare

Questa è la mia versione di quella originale che ho trovato qui.

mercoledì 16 dicembre 2015

Cestino nero di riso Venere



150 g riso nero Venere
sale
burro

Lessare bene il riso in acqua salata, scolare e frullare.
Stendere con il matterello fra due fogli di carta forno e far asciugare in forno, su uno dei due fogli, a 100°C per 15'.
Staccarli dalla carta con attenzione, poggiarli su un nuovo foglio di carta forno e rimettere in forno per far asciugare bene.
Sfornare e appoggiarli caldi su un bicchiere o una ciotola capovolti in modo da dare la forma.
Mettere nuovamente in forno a 70°C fino a quando saranno perfettamente asciutti.
Con questa dose ho fatto quattro cestini.
Ci ho messo dentro insalata di polpo fatta con questa ricetta alla quale ho aggiunto dadini di pomodoro maturo, fresco.

lunedì 7 dicembre 2015

Tasca ripiena


Tasca di manzo (spinacino)

Per riempire la tasca:
carne macinata
mollica di pane bagnata nel latte
prosciutto cotto a dadolini
aglio poco
prezzemolo
sale e pepe
1 uovo

Per il sugo di funghi di contorno:
sedano
carota
cipolla
funghi chiodini
pezzettoni di pomodoro
sale
peperoncino
olio

--------------------

Ripieno tasca alla maniera di Lia:
1 hg carne macinata
1, 5 hg mortadella
1 petto pollo
2 uova
parmigiano
sale e pepe
prezzemolo
noce moscata

Cuocere in brodo.

Dolce al cioccolato all'arancia



160 g cioccolato fondente all'arancia
160 g farina
40 g cacao amaro
4 uova
5 g lievito
190 g burro morbido
190 g zucchero a velo

Per  lo sciroppo
120 g acqua
40 g zucchero a velo

Tritare grossolanamente il cioccolato fondente.
Setacciare la farina con il cacao e il lievito.
Con uno sbattitore elettrico montare per 10' il burro con lo zucchero e le uova.
Incorporare le polveri e aggiungere in ultimo il cioccolato fondente.
Versare in uno stampo in silicone da plum cake e cuocere per 50' ca a 180°C.
Sformare, far intiepidire e bagnarlo con lo sciroppo caldo.
Lo sciroppo si prepara portando ad ebollizione l'acqua con lo zucchero.

La ricetta originale  è di Pierre Hermé ma io l'ho trovata qui: "Cake au chocolat et pepites de chocolat a la fleur de sel de ph". Prevedeva 160 g di cioccolato fondente con aggiunta di 2 grammi di fior di sale al posto del cioccolato all'arancia che ho usato.

sabato 21 novembre 2015

Flan e semifreddo di caki



Semifreddo con salsa di caki di Stefania

Per il semifreddo
4 uova
400 g panna da montare
150 g zucchero
3 cucchiai di salsa di caki scritta sotto
Mettere lo zucchero in un pentolino, coprirlo a filo d'acqua e far bollire. Deve risultare uno sciroppo limpido, assolutamente non colorato.
Mettere le uova in una terrina, mescolarle un poco, poi iniziare a frullarle con la frusta elettrica, unendo a filo lo sciroppo caldo (deve essere a 121°C). Montare a lungo, fino a che raffredda, poi unire tre cucchiai di salsa di caki e mescolare bene.
Montare la panna ed unirla a cucchiaiate al composto, lavorando con leggerezza per non smontarlo. Versare in un contenitore e mettere in freezer ad indurire.
Servire con la rimanente salsa di caki.

Per la salsa
300 g caki maturi (2 caki)
100 g zucchero
Pelare i caki e frullarli bene con lo zucchero.


-----------------------



Flan di kaki

3 uova
2 kaki maturi
397 latte condensato
60 g zucchero

Con lo zucchero, coperto a filo con acqua, fare un caramello chiaro in uno stampo da 7,5 dl.
Sbattere le uova con il latte condensato e la polpa frullata dei kaki. Versare nello stampo con il caramello e cuocere a bagnomaria in forno a 180°C per circa 50'.
Sformare il flan e mangiarlo tiepido o freddo.


Caki, kaki o diosperi

Dolcetti al limone


190 g farina
mezza bustina di lievito
2 limoni la scorza grattugiata
200 g zucchero
3 uova
1 pizzico sale
95 g panna fresca (non l'avevo e ho sostituito con 80 g latte fresco e 15 g latte in polvere)
1 cucchiaio rum (o limoncello)
65 g burro fuso, freddo

Per lo sciroppo
75 g acqua
25 g zucchero
succo mezzo limone

La ricetta che mi ha ispirata "Cake au citron de Pierre Hermé" prevedeva uno stampo da plum cake ma io volevo provare questi pirottini.
La ricetta originale è di Pierre Hermé.

Mescolare lo zucchero con la scorza grattugiata dei due limoni e lasciar riposare per 10' circa.
Unire le uova e montare bene.
Sempre sbattendo aggiungere la panna, il rum e il sale.
Setacciare la farina con il lievito e incorporare in tre volte.
Finire con il burro fuso e mescolare ancora.
Nei miei pirottini piccoli ho cotto in forno a 160°C  per circa 30', in uno stampo unico (imburrato e infarinato) avrei dovuto cuocere per 60' circa.

Per lo sciroppo
Bollire l'acqua con lo zucchero, a freddo unire il succo del limone.
Versare sui dolcetti tiepidi, in più volte, facendo in modo che l'assorbano bene.


-----------------------


crudo

cotto

22.11.2015 - La mia versione nello stampo in silicone da plum cake

-----------------------

Con la stessa ricetta ho fatto le "Cake a l'orange" cambiando solo lo sciroppo che ho fatto con:

  • 170 g di succo arancia (2 arance)
  • 40 g zucchero

venerdì 16 ottobre 2015

Filetti di merluzzo in forno


600 g filetti di merluzzo surgelati
4 cucchiai parmigiano grattugiato
200 g cipolla tritata
4 pomodori maturi
capperi sott'aceto
prezzemolo
olio
sale e pepe

Lasciare leggermente ammorbidire a temperatura ambiente il merluzzo surgelato.
Togliere i semi ai pomodori e tagliarli a pezzetti.
Scolare i capperi e strizzarli. Tritarli insieme alla cipolla e il prezzemolo.
Condire i filetti di pesce con 2 cucchiai di olio, sale e pepe, da tutte le parti e sistemarli nella teglia.
Distribuire sopra il pomodoro e le verdure tritate.
Spolverizzare con il parmigiano. Condire con l'olio.
Cuocere in forno a 220°C per 25/30'.
Servire.

martedì 13 ottobre 2015

Torta al limone con glassa leggera


Fatta in uno stampo a ciambella Ø cm 24 e cotta nel forno a gas del mare.
La ricetta originale, trovata su "Più Dolci" di giugno, prevedeva uno stampo tondo Ø cm 22.

180 g farina
4 uova
160 g zucchero
120 g burro fuso e freddo
1/2 bustina lievito
1 pizzico sale
scorza grattugiata di 1 limone
1 cucchiaio succo di limone
30 g liquore limoncello

Per la glassa:
70 g succo limone
300 g zucchero a velo (io ne ho messo meno)

Inoltre:
gelatina di albicocche

Spremere il limone
Montare le uova con lo zucchero, unire la farina, il lievito e il sale setacciati insieme.
Aggiungere anche il burro fuso, il succo e la scorza del limone e il liquore.
Versare in uno stampo imburrato e infarinato e cuocere in forno a 170°C per 35'.

Per la glassa
Unire allo zucchero il succo di limone e sbattere gli ingredienti, ottenendo una glassa fluida e omogenea.

Lasciare raffreddare il dolce sulla gratella, poi pennellare con la gelatina calda e glassarlo.

lunedì 12 ottobre 2015

Torta con l'uva


La mia ricetta

450 g farina
150 g zucchero
1 bustina lievito
3 cucchiai olio evo
250 g latte
1 kg uva nera da vino (peso da pulire)
1 pizzico di sale

Inoltre:
1 parte di uva lasciata dal chilo di sopra
2 cucchiai zucchero
olio evo

Si mescola la farina con lo zucchero, l'olio, il lievito e il latte. Si unisce l'uva, lasciandone da parte un po' che andrà messa sopra.
Si unge leggermente con olio una teglia in alluminio (la più grande in commercio) e ci versa l'impasto.
Si distribuisce sopra l'uva rimasta, i due cucchiai di zucchero e un po' di olio.
Si cuoce in forno a 180°C per 60'.

Non metto uova.

-------------------------

La ricetta di Natalina

400 g farina
200 g zucchero
2 uova
1 bustina di lievito
5 cucchiai olio
12 cucchiai di latte
uva circa 1 kg

Si mescola tutto, si mette in una teglia unta e si cuoce in forno.

domenica 11 ottobre 2015

Torta Nutella e uova




TORTA MAGICA ALLA NUTELLA - fonte

240 g Nutella
4 uova grandi

Montare le uova per almeno dieci minuti con le fruste elettriche, fino a quando non sarà triplicato il loro volume.
Ammorbidire la Nutella scaldandola a bagnomaria.
Unirla delicatamente con una spatola alle uova, in due volte, cercando di non smontarle.
Versare in una teglia, coperta di carta forno, bagnata e strizzata, e cuocere in forno a 175°C per 25'.
Ho usato una teglia a cerniera di 18 cm di diametro ma penso che la prossima volta proverò con 20.
Far raffreddare, spolverare con zucchero a velo e servire.
Conservare in frigorifero.
E' ancora più buona mangiata il giorno dopo

Per ulteriori informazioni sulla ricetta, visitate il sito di Araba Felice.

---------------------

La versione di Rita invece è questa:

Per una tortiera di 22 cm di diametro

250 g crema spalmabile alla nocciola
4 uova intere
50 g zucchero

Lavora le uova, a temperatura ambiente, per ca 15' (devono venire montate praticamente a neve).
Ammorbidisce la crema alla nocciola al microonde per 2' a potenza minima.
Unisce due cucchiai di montata alla crema di nocciola e poi, con molta delicatezza, unisce il resto.
Cuoce in forno a 160°C per 30' (fare la prova stecchino che dovrà uscire appena sporco ma asciutto).
Lascia raffreddare il dolce e lo conserva in frigo.

Pasta sfoglia, zucchine, mortadella e carota





1 confezione pasta sfoglia tonda da banco frigo
6 zucchine piccole
100 g mortadella affettata sottile
1 carota grande
scamorza
pistacchi o mandorle affettate
sale e pepe
4 uova (la prossima volta ridurre)
2 dl latte

Foderare con carta forno, prima bagnata e strizzata, uno stampo in alluminio basso di 20 cm Ø .
Mettere la pasta sfoglia e conservare in frigo mentre prepariamo il ripieno.
Tagliare sottilmente, a fette lunghe, gli zucchini e la carota, affettare la scamorza.
Mettere tutto in piedi nella pasta sfoglia. Prima un giro di zucchine, poi di mortadella, poi di formaggio, ancora zucchine, poi carote, poi formaggio ecc...
Sbattere le uova con il latte, salare e pepare. Versare la crema tra le fette del ripieno, cospargere con le mandorle, coprire con un foglio di alluminio e infornare a 180°C per 40', nella parte più bassa del forno.
Dopo 30' togliere il foglio di alluminio e proseguire la cottura.
Fare intiepidire e servire.

Questa è la mia rivisitazione di ricetta pubblicata su "Sale e pepe" .

giovedì 1 ottobre 2015

Pomodori confit




Pomodori piccoli e lunghi (forse Pomilio) tagliati a metà.
Ho tolto i semi, una spolverata di sale e li lasciati capovolti 30' circa a perdere l'acqua.
Li ho messi sopra una teglia grande, ricoperta con carta forno (prima bagnata e strizzata), con il taglio in alto.
Ho condito con poco sale, origano, una fettina piccola di aglio, zucchero e olio.
Ho cotto in forno ventilato a 150°C per 90'.
Li ho tolti dalla teglia, recuperando anche l'olio.

domenica 27 settembre 2015

Schiacciata di Lalage con le zucchine



3/4 zucchine piccole (350 g ca)
350 ml. acqua
1 cucchiaino e 1/2 di sale 
50 ml. olio 
180/200 farina 00

Mescolare la farina con l'acqua, il sale e l'olio.
Aggiungere le zucchine tagliate a rondelle fini (io prima ho cotto velocemente le rondelle in pochissimo olio; ho usato zucchine e cipollotti tritati).
Ungere con olio una teglia grande (cm 40 x 35), versarvi l'impasto, ancora un giro d'olio e cuocere in forno a 250°C per 35' ca.

Deve risultare molto croccante. Va mangiata calda altrimenti diventa morbida.

domenica 9 agosto 2015

Formaggio spalmabile tipo philadelphia


500 g yogurt intero
200 ml panna fresca
1 cucchiaino raso di sale

un telo bianco di cotone
un colino
un contenitore stretto e alto

Mescolare lo yogurt con la panna e il sale.
Posizionare il colino sul contenitore.
Mettere il telo nel colino.
Versare lo yogurt con la panna e lasciare scolare in frigorifero per circa 8 ore.
Travasare il formaggio in un contenitore e conservare in frigorifero.

giovedì 9 luglio 2015

Plumcake salato con pistacchi e mortadella



160 g farina
80 g pistacchi non salati (io 30 g), tritati grossolarmente
3 uova
100 ml latte
100 g emmental
120 g mortadella tagliata a cubetti
8 g lievito istantaneo per torte salate
120 ml olio ev
sale
burro per lo stampo

Amalgamare gli ingredienti e versare in uno stampo da plumcake di cm 20 x 8 imburrato.
Cuocere in forno a 175°C per 45' circa.

Io ho cotto in due stampi in carta forno da plumcake.

Fonte: "Oggi cucino"

Spiedini di polpo con peperoni


Mia interpretazione di una ricetta pubblicata dalla rivista "Subito pronto". Buonissima!

Polpo congelato
peperone rosso (o pomodorini tagliati a metà)

insalata gentile

aglio
prezzemolo
aceto
sale e pepe
olio ev

Togliere il becco e gli occhi al polpo, lavarlo e lessarlo (nella pentola a pressione 20'). Spegnere il fuoco e lasciare il polpo nell'acqua ad intiepidire.

Lavare il peperone, tagliarlo in forma quadrata.

Estrarre il polpo dall'acqua (lasciarne da parte qualche cucchiaiata che servirà per la salsina di accompagnamento), eliminare le parti più scure della sua pelle ma senza toglierla completamente e lasciando le ventose. Togliere invece la membrana esterna della sacca. Tagliare il polpo a pezzi. Infilzarli sugli spiedini, alternando ai peperoni. Ungere con olio, salare leggermente.
Scaldare la piastra sul fuoco e arrostire gli spiedini cinque minuti per parte.

Preparare la salsa frullando uno spicchio d'aglio, prezzemolo, 2 cucchiai del liquido di cottura del polpo, aceto, olio, sale e pepe.

Lavare l'insalata, tagliarla e distribuirla sul piatto da portata.
Sistemare sopra gli spiedini e condire con la salsina.

mercoledì 8 luglio 2015

Cassata gattò di patate


La ricetta è di Cinzia. La incollo qui

-----------------------------

1,3 kg patate vecchie (o da forno)
2 melanzane violette
2 peperoni rossi
1 cipolla
1 uovo
parmigiano q.b
pangrattato  q.b
la parte verde esterna di un porro
1 zucchina verde
4 pomodori ciliegini
2 cucchiai di formaggio spalmabile.
formaggio a dadini a piacere (montasio, fontina) facoltativo

Lavare le patate, metterle in una pentola con acqua fredda, portare a bollore e cuocere finché diventano morbide.
Nel frattempo tagliare le melanzane a dadini e friggerle in olio profondo (di semi) tenere da parte
In una padella affettare la cipolla e lasciarla rosolare con poco olio evo. unire il peperone lavato, privato di picciolo e semi e tagliato a dadini.
cuocere a fuoco moderato finché diventa morbido. Tenere da parte.
Sbollentare la parte esterna dell’estremità del porro (quella verde per capirci) tagliare a rettangoli lunghi circa 4 cm e tenere da parte.
Tagliare con la mandolina la zucchina a fettine e metterle in un contenitore con poco sale, olio e succo di limone lasciando macerare per circa 1 ora.
Scolare le patate, lasciare raffreddare un pochino e poi sbucciarle e schiacciarle. Condire con l’uovo, il parmigiano e il pangrattato.
Spennellare di olio lo stampo e cospargere con pangrattato sistemare facendo aderire bene una parte di purè di patate. farcire con le melanzane e i peperoni.
Aggiungere il formaggio a dadini.
Completare con il rimanente pure di patate e infornare in forno caldo a 180 gradi statico per circa 25 minuti (160 ventilato)
Non appena il gattò sarà pronto e quasi freddo, capovolgere su un vassoio. decorare con le fettine di zucchina scolate dalla marinatura, i pomodori ciliegini tagliati a metà, le foglie del porro.
Completare la decorazione con il formaggio spalmabile e un sac a poche munito di beccuccio tondo.

------------------------------------

La mia decorazione lascia molto a desiderare ma l'ho fatta in campeggio e non avevo né stampo, né strumenti adatti.

venerdì 5 giugno 2015

Acciughe fresche in forno


Tian di Vernazza (ricetta trovata su Sape & Pepe)

5 patate a pasta gialla
500 g passata di pomodoro
200 g pomodorini freschi
800 g acciughe fresche
pinoli
origano
olio evo
sale, pepe

Pulire le acciughe togliendo la testa e le interiora, aprirle a libro e privarle della lisca.
Pelare le patate e tagliarle a fettine sottili nel senso della lunghezza. Scaldare poco olio in una padella e, quando sarà ben caldo, rosolare le patate girandole delicatamente da entrambi i lati.
Foderare una teglia con i bordi bassi con un foglio di carta forno, oliarlo leggermente e sistemare le fettine di patata.
Continuare a sovrapporre le patate a strati fino a raggiungere il bordo della teglia e salare appena.
Condire la passata di pomodoro con origano, olio, sale e pepe, quindi distribuirla sulla patate. Tagliare finemente i pomodorini freschi e sovrapporli alla passata, salare e pepare.
Disporre le acciughe con la pelle verso l'alto, spargere i pinoli, condire ancora con olio e origano, sape e pepe.
Infornare a 180°C per 15' finché le patate saranno ben cotte.

mercoledì 27 maggio 2015

Chiocciole del mio babbo


Le faceva il mio babbo ed erano buonissime.
Oggi, che mio babbo non c'è più, le ha fatte la mia mamma... con la sua ricetta.

Gli ingredienti che servono sono:
chiocciole
rosmarino
salvia
finocchio selvatico
aglio
olio
sale
peperoncino
concentrato di pomodoro

martedì 26 maggio 2015

Petto di pollo al limone


Petto di pollo
amido di mais
succo e scorza grattugiata di limone
olio, sale
bacche di pepe rosa
rosmarino (che non avevo)

Lavare e affettare il petto di pollo, salare, infarinare con l'amido, far rosolare in una padella con olio, il rosmarino e il pepe rosa.
Versare il succo del limone e finire di cuocere.
Aggiungere la scorza del limone, girare, spengere e servire.

Liquore alla nutella


Ho letto la ricetta qui.
Ho provato a farne mezza dose e, sbagliando, ho anche modificato la ricetta. Buono comunque!

La mia versione è questa:

150 g nutella
160 g latte
140 g panna fresca
50 g alcool a 95°

Si mette in un tegame, sul fuoco, la nutella, il latte e la panna e si porta ad ebollizione, girando.
Si spenge e si lascia raffreddare, mescolando ogni tanto.
Si unisce l'alcool, si imbottiglia e si conserva in frigorifero.
Si può cominciare a bere il giorno dopo.



300 g di nutella
300 ml di latte
200 ml di panna da montare
100 ml di alcool a 95°
Kitchencri scrive di aver letto a sua volta la ricetta qui e di aver omesso nella sua versione 60 g di zucchero.

venerdì 15 maggio 2015

New York cheesecake con timo limonato




Per la base:
200 g biscotti "Grancereale"
75 g burro morbido

Per la torta:
750 g Philadelphia
250 ml panna fresca
3 uova
3 cucchiai zucchero
timo limonato
20 g amido di mais

Per ricoprire:
500 g yogurt bianco

Per decorare:
fragole
gelatina

Sbriciolare i biscotti e amalgamarli al burro.
Imburrare una tortiera a cerniera di 24 cm Ø, coprire con i biscotti e conservare in frigo.
Preparare la torta montando le uova con lo zucchero. Aggiungere il Philadelphia, la panna, le foglioline di timo limonato e l'amido di mais.
Versare il composto sopra la base di biscotti e cuocere in forno a 160°C per circa 40'.
Dopo questo tempo, togliere la tortiera dal forno, ricoprire con lo yogurt e infornare nuovamente per 10' circa.
Togliere ancora dal forno e lasciare raffreddare.

Decorare con le fragole (lavate e asciugate) e spennellare con gelatina.

La ricetta è dello chef Andrea Mainardi, trovate qui l'originale.
Questa è la mia versione.

giovedì 7 maggio 2015

Bavarese con uova sode e gamberetti

6 uova
250 g panna fresca
250 g code di gamberetti
erba cipollina
timo
basilico
80 g maionese
2 cucchiaini senape
burro
1 bicchierino brandy
8 g gelatina in fogli
sale, pepe

Rassodare le uova facendole bollire per 8-9', raffreddarle e sgusciarle.
Sgusciare anche i gamberetti e sciacquarli.
Sciogliere una noce di burro nella padella antiaderente e cuocere i gamberetti a fiamma vivace per 30", sfumarli con il brandy, spegnere e regolare di sale e pepe.
Far ammorbidire la gelatina in una ciotola di acqua fredda.
Scaldare 2-3 cucchiai di panna in un pentolino e scioglierci la gelatina sgocciolata e strizzata.
Montare la panna rimasta e incorporare prima la senape e la maionese e poi i gamberetti, 4 uova sode spezzettate, il timo, l'erba cipollina e il basilico tritato. Completare con il composto di gelatina.
Versare il preparato nello stampo (*) e pareggiarlo con il dorso bagnato di un cucchiaio. Coprire lo stampo con pellicola o alluminio e mettere a rassodare in frigo per 5-6 ore.
Sformare la bavarese su un piatto e decorarla con le 2 uova sode rimaste a fettine.

(*) Nella ricetta originale, trovata in una rivista, veniva usato uno stampo tondo di cm 18 di diametro, io ho usato uno stampo da pane a cassetta.

martedì 5 maggio 2015

Terrina robiola, asparagi e uova di quaglia



Ispirata dalla terrina di Giuliana, ho cercato anche il piatto nel sito di Sale e Pepe e per provare ho fatto una dose ridotta. Veramente molto buono e da rifare sicuramente.

La mia versione:

400 g robiola
pane a cassetta integrale (ho tolto la crosta)
basilico e prezzemolo tritati
poco latte intero
18 uova di quaglia
cipolla rossa tritata
asparagi
sale e pepe

Prima di tutto ho cotto le uova. Le ho messe in acqua fredda, ho aspettato che bollissero e le ho lasciate cuocere 3'. Ho raffreddato in acqua fredda e le ho sgusciate.
Ho pulito gli asparagi e li ho lessati al dente.
Ho lavorato la robiola con il sale e il pepe.
Ho rivestito uno stampo a cassetta con pellicola trasparente, ho coperto il fondo con il pane (ritagliato a misura), ho spennellato con il latte.
Ho spalmato uno strato di robiola, ho distribuito la cipolla e le erbe tritate, sopra ho accomodato le uova e le punte degli asparagi e ancora uno strato di robiola.
Ho coperto tutto con altro pane e ho nuovamente spennellato con il latte.
Ho chiuso con la pellicola, pressando leggermente, e ho messo in frigorifero.
Va fatto riposare almeno 3 ore prima di mangiarlo.

giovedì 2 aprile 2015

Torte di pere e cioccolato



Torta di pere e cioccolato - versione 1

2 uova 
100 g zucchero 
200 g farina
20 g cacao
scorza limone grattugiata
150 g latte 
1/2 bustina lievito 

pere mature tagliate a fettine
80 g burro
100 g zucchero 
gocce di cioccolata
mandorle in lamelle

Montare le uova con lo zucchero, aggiungere scorza limone, latte, farina, cacao e lievito.
Versare in una tortiera Ø cm 24, imburrata e infarinata, disporre sulla superficie le pere, lo zucchero, le gocce di cioccolato, le mandorle e sopra a tutto il burro fuso e freddo.
Cuocere in forno a 160°C per circa 40'.


-----------------------------------------------------------------------------------------



Torta di pere e cioccolato - versione 2

700 grammi pere
5 uova
280 g zucchero
300 g farina
1/2 bustina lievito
60 g cacao amaro
80 g olio

Sbucciare le pere e tagliarle a pezzetti.

Montare le uova con lo zucchero, unire i restanti ingredienti, amalgamando bene.
Versare in una teglia tonda Ø cm 26, precedentemente imburrata e infarinata, e cuocere in forno a 160°C per 50' circa.

Crema di zucca gialla


zucca
patate
cipolla
rosmarino
latte
olio
sale
pepe

crostini di pane raffermo
burro

Far appassire la cipolla nell'olio.
Pulire la zucca e le patate e tagliarle a pezzetti.
Unire alla cipolla e far insaporire per qualche minuto.
Aggiungere rosmarino tritato, acqua, latte, salare e cuocere.
Ridurre a crema con un frullatore a immersione.
Servire con crostini di pane fritti nel burro.

martedì 31 marzo 2015

Torta di mandorle e arancia



150 g farina
150 g farina mandorle
100 g burro morbido
120 g zucchero
3 uova
100 g latte di mandorla
100 g granella mandorle
3 arance
1 bustina lievito
zucchero a velo

Frullare il burro con lo zucchero, unire le uova, continuare a frullare, aggiungere il latte di mandorla e la granella.
Lavare le arance, con un coltello recuperare le scorze, eliminando la parte bianca all'interno e tagliuzzarle.
Spremere il succo di un'arancia e filtrarlo attraverso un colino.
Con una spatola unire al composto di burro, la scorza e il succo di arancia, incorporare le farine e il lievito.
Imburrare e infarinare una tortiera di 24 cm Ø, versarvi il composto e cuocere in forno a 180°C per circa 40'.
Sformare il dolce, lasciare intiepidire e spolverare con lo zucchero a velo.


Strauben


Imbuto per gli strauben


1250 g farina 00
150 g  zucchero
6 uova intere
1 litro latte
1 bicchiere grappa
2 bustine lievito per dolci
1 cucchiaio essenza vaniglia
1 pizzico sale
scorzetta limone
composta mirtilli rossi
Questa la dose di Marina B.

Io ne ho fatto un sesto (ne vengono comunque tantissime) e quindi:
208 g farina
25 g zucchero
1 uova intere
170 g latte
grappa
1/2 lievito
essenza vaniglia
1 pizzico sale
scorza limone grattugiata
composta mirtilli rossi

Mescolare tutti gli ingredienti assieme in una ciotola e sbattere bene con una frusta, deve risultare una pastella morbida che si lascerà riposare per almeno 4 ore.

Scaldare bene l'olio in una padella di ferro rotonda e con l'aiuto dell'imbuto per Strauben versare la pastella a mo' di serpentone concentrico nell'olio ... friggere per ca. 2 minuti per lato; con l'aiuto del ragno posare su carta paglia per asciugare un po', quindi mettere lo Strauben su un piatto, spolverare con zucchero a velo e aggiungere al centro una cucchiaiata di composta di mirtilli rossi.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...