Pagine

mercoledì 26 dicembre 2012

Natale 2012

Piccoli panettoni salati, comprati già cotti, tagliati a dischi e farciti con crema di tartufo e bresaola.




Conchiglie di granchio

400 g polpa granchio al naturale (in scatola)
2 uova sode
cipollotti freschi
succo limone
prezzemolo tritato
1 cucchiaio capperi
4 conchiglie St. Jacques vuote
foglie di lattuga
sape
pepe

Tritare gli albumi delle uova, tagliare a fettine sottili i cipollotti e amalgamare il tutto con la polpa di granchio.
Aggiungere sale, pepe, capperi e succo limone.
Riempire le conchiglie e cospargere di prezzemolo tritato e tuorli d'uovo passati al setaccio.
Servire poggiando su foglie di lattuga.




Torta di brie


Gnocchetti con le vongole


Branzino al forno con patate, insalata (senza foto)





Torta di Natale

Semplicemente pan di spagna, bagnato con maraschino, gocce di cioccolato, farcito e ricoperto con panna montata ma ho potuto usare i miei nuovi stampi ad espulsione "cristalli di ghiaccio".

Crema di liquirizia


800 ml latte
400 g zucchero
30 g polvere di liquirizia pura
150 ml alcool da liquori

Bollire il latte con lo zucchero, spengere.
Aggiungere la liquirizia e mescolare per sciogliere bene.
Quando sarà freddo aggiungere l'alcool, mescolare e filtrare.
Servire fresco.

mercoledì 12 dicembre 2012

Monte bianco Giovanna

Foto dal web

1 kg castagne
2 foglie salvia
250 g marmellata arance
100 g uvetta sultanina
2 bicchierini brandy
2 cucchiai cacao amaro
200 g zucchero
panna fresca, montata, poco dolce
12 marron glacé
sale

Incidere la buccia delle castagne e lessarle (per circa 30') in abbondante acqua, leggermente salata, con le foglie di salvia.
Quando sono cotte, togliere la buccia e la pellicola che riveste le castagne.
Passarle nello schiacciapatate ancora calde.
Mettere l'impasto in una terrina e aggiungere la marmellata, l'uvetta, il brandy, il cacao e lo sciroppo di zucchero (ottenuto sciogliendo lo zucchero in poca acqua sul fuoco).
Mescolare e amalgamare bene il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.
Formare una montagna, con l'impasto, su un piatto da portata rotondo.
Coprire con la panna montata formando delle piccole guglie sulla cima.
Guarnire con i marron glacé sbriciolati.

Senza foto perché l'ho mangiato da mia mamma, fatto da lei.
La ricetta "Monte Bianco con variazioni" è stata presa da una rivista.

martedì 11 dicembre 2012

Farina gialla integrale, noce moscata, macis, combava



A sinistra farina integrale di mais per polenta, macinata a pietra, a destra la farina gialla fioretto che trovo normalmente al supermercato. E' strana, sembra quasi pan grattato!
Per cuocere la polenta, Lucia mi ha consigliato di miscelare alla farina integrale qualche cucchiaio di farina gialla classica:
400 g di farina integrale, circa 2 litri di acqua, una manciata di farina da polenta più fine.
Cottura 60' in paiolo di rame.




Noce moscata ancora ricoperta dal macis.
La noce moscata è il seme di un frutto, la rete che la ricopre è il macis.
Informazioni e foto qui, qui, quiqui e qui.



Combava in polvere.
Si usa con il pesce.
Informazioni e foto qui .


Ricevuto tutto in regalo dalla mia amica Lucia.
La ringrazio molto perché non conoscevo niente di tutto questo.

Torta glassata al limone di Betty

Per la torta:

250 g burro morbido
250 g zucchero
3 limoni scorza grattugiata
1/2 limone succo
3 uova
200 g circa zucchero a velo
250 g farina
1/2 bustina lievito

Per lo sciroppo:
2 limoni e 1/2 succo
60 g zucchero velo

Per la glassa:
190 g zucchero velo
2 o 3 cucchiai succo limone

Torta
Montare bene il burro, aggiungere lo zucchero e mescolare ancora.
Aggiungere una alla volta le uova, amalgamando bene prima di aggiungere la successiva.
Unire le scorza grattugiata dei tre limoni ed il succo di mezzo limone.
Poco alla volta aggiungere le farina setacciata col lievito e mescolare bene fino ad ottenere una pasta liscia.
Ungere una tortiera a cerniera di 24 cm di diametro, infarinarla e versare l'impasto.
Cuocere a 180° per 40-50 minuti, a seconda del forno (ndr nel mio forno 70'C).

Sciroppo
Nel frattempo preparare lo sciroppo col succo dei 2 limoni e mezzo e circa 60 g di zucchero a velo, assaggiare perché a volte i limoni sono un po' troppo aspri.
Quando la torta sarà cotta, togliere la cerniera, ma lasciare il dolce preferibilmente sulla base. Prendere una siringa (Betty ne usa  una da farmacia da 60 ml, senza ago) e fare tante punture di sciroppo nella torta ancora calda. Non importa se si vedranno i buchi, perché verranno ricoperti dalla glassa.

Glassa
Quando la torta sarà ben fredda, rovesciarla delicatamente sul piatto da portata e coprirla con la glassa fatta con lo zucchero a velo e due o tre cucchiai di succo di limone (o limoncello).

La ricetta originale è di Betty del forum di Coquinaria.
Purtroppo non ho fatto la foto.



Note mie:

  • Cuocendola in uno stampo rettangolare si può fare a quadrotti e metterla nei pirottini, decorando magari con mezza ciliegia candita come ha fatto Claudia.
  • Provare anche la versione con arancia invece che limone (forse andrà regolata di zuchero).

venerdì 7 dicembre 2012

Penne con la zucca

zucca
cipolla
ricotta salata
prezzemolo
olio
sale

Soffriggere la cipolla nell'olio, unire la zucca tagliata a cubetti, salare e cuocere.
Condire la pasta con questo sughetto aggiungendo eventualmente un po' di acqua di cottura della pasta.
Cospargere con la ricotta salata e il prezzemolo tritato.

Suggerimenti delle mie amiche:
Stefania pancetta
Eleonora nocciole tostale

La prossima volta proverò con queste varianti.

Cheesecake al mou





La mia versione con qualche piccola variante rispetto all'origjnale

Per la base:
250 g di biscotti Grancereale
80 g di burro morbido

Per il cheese cake:
250 g ricotta
250 g mascarpone
120 g zucchero
25 g farina
3 uova
estratto vaniglia
1 pizzico sale

Per la copertura:

100 g di caramelle mou al latte
50 g panna fresca


Tritare i biscotti con il burro e coprire il fondo di uno stampo a cerniera di 26 cm Ø. Mettere in frigorifero.

Montare gli albumi a neve con un pizzico di sale.
Montare i tuorli con lo zucchero, unire, continuando a montare, la ricotta, il mascarpone, la farina, la vaniglia.
Unire delicatamente gli albumi.
Versare il composto sulla base e cuocere in forno a 170°C per 40'.

Togliere la cerniera e lasciar raffreddare il dolce.

Per la copertura sciogliere in un pentolino, mescolando continuamente, le caramelle mou con la panna.
Versare la salsa sullo cheese cake freddo e mettere in frigorifero per circa 4 ore.

Uovo nel peperone

Uovo
peperone
olio
sale
pepe

Ricavare un "anello" dal peperone, il resto tagliarlo a pezzetti e cuocere velocemente in olio con un pizzico di sale.
Sgusciare un uovo nell'anello, sale e pepe, incoperchiare e cuocere.

Olive al Martini


200 g olive verdi in salamoia
3 cucchiai Martini dry
2 cucchiai olio oliva
1 cucchiaio succo limone
scorza limone tagliata a filetti

Mescolare tutto e lasciare insaporire in frigorifero per circa 12 ore.
Servire a temperatura ambiente.

Ricetta di Rossanina del forum di Coquinaria.

venerdì 30 novembre 2012

Sbriciolini mimosa


Ricetta di nica del forum di Coquinaria

Frolla sbriciolata
300 g di farina
100 g di zucchero
1 uovo
80 g di burro freddo
10 g di limoncello o rum
scorza di limone grattugiata
1 cucchiaino di lievito per dolci.

Ripieno
marmellata o crema o nutella.

Mescolare velocemente nel robot da cucina gli ingredienti della frolla senza amalgamare (deve rimanere a pallini).
Prendere il composto con un cucchiaio e metterlo dentro gli stampini dei muffin.
Fare un piccolo buco al centro senza arrivare in fondo e mettete dentro un cucchiaino di marmellata, ricoprire con un'altro cucchiaio abbondante di sbriciolata senza accomodare tanto in cottura si assesta il tutto.
Spolverare con zucchero a velo.

Note mie
  • Li ho cotti nello stampo da muffins con dodici impronte, dentro pirottini di carta.
  • In forno a 180°.

sabato 24 novembre 2012

Frittelle di foglie di lattuga



Frisceu di Vittoria Traversa

Foglie di lattuga (quelle più esterne, troppo verdi ma non sciupate)
cipolla fresca
farina
lievito
sale
olio

Lavare le foglie, tagliarle a striscioline sottile e asciugarle.
Affettare la cipolla.
Preparare con acqua fredda una pastella abbastanza liquida (ogni 250 g di farina aggiungere mezza bustina di lievito o un pizzico di bicarbonato), aggiungere la lattuga e la cipolla.
Friggere a cucchiaiate, salare dopo cotte.

mercoledì 21 novembre 2012

Cipolle sott'aceto



600 g cipolle rosse
2 cucchiai sale grosso

600 ml aceto rosso
mezzo cucchiaio paprica dolce
mezzo cucchiaio sale fino
50 g zucchero

Ho tagliato la cipolla a fette sottili, l'ho mescolata al sale grosso e l'ho tenuta in uno scolapasta per 2 ore. L'ho sciacquata, asciugata e messa in un vaso di vetro.
Ho fatto bollire per 5' l'aceto con lo zucchero, la paprica e il sale e l'ho versato bollente sulla cipolla.
Si possono mangiare dopo 2 settimane.

Per questa prova ho preso spunto da una ricetta trovata qui.
Non so quanto si mantengano ma le ho assaggiate e sono proprio buone.

Olive sotto sale


Olive fresche e mature
Sale grosso abbondante

Lavare le olive e asciugarle.
Metterle in un barattolo di vetro, alternandole a sale grosso.
Conservarle in un luogo buio, ricordandosi di agitarle tutti i giorni.

Piano, piano il sale si scioglie quasi tutto, le olive diventano più piccole e si forma del liquido. Ho letto in vari posti nel web che l'acqua va tolta ma io non l'ho mai fatto.
Faccio passare circa 30 giorni prima di mangiarle. Le sciacquo, le tengo un po' nell'acqua in modo che perdano il salato e poi le mangio.

lunedì 5 novembre 2012

Cheese cake... a modo mio



Per la base:
200 g biscotti Gran Cereale
80 g burro

Per il ripieno chiaro:
250 g ricotta
200 g mascarpone
1 uovo
45 g farina
1 pizzico sale
40 g zucchero

Per il ripieno nero:
300 g mascarpone
95 g Nutella
15 g cacao amaro
1 uovo
+ 4 cucchiai del ripieno chiaro

Avevo un'idea in testa e volevo fare una prova. La prova non è venuta come la pensavo ma il dolce è buonissimo.
Non vi racconto cosa avevo in testa perché ci voglio riprovare con delle modifiche. Vi racconterò!

Ho messo i biscotti in una busta di plastica e li ho tritati, battendoli con una bottiglia piena.
Ho fuso il burro e l'ho unito ai biscotti.
Con queste briciole ho coperto la base di una teglia di cm 26 Ø, prima imburrata e ricoperta con carta forno. Ho cotto 10' in forno a 180°C.

Ho preparato i due ripieni sbattendoli con una forchetta e ho messo sopra la base di biscotti (in che modo lo racconterò al prossimo esperimento, se andrà come voglio io).

Ho cotto in forno a 180°C per 50'.

La preferisco mangiata fredda di frigorifero.

lunedì 29 ottobre 2012

Cheese cake cacao e Nutella


Nutella Cheesecake Brownies la ricetta originale è qui e qui il video.

Crudo
Questa è la mia versione:

300 g farina
205 g zucchero
50 g cacao amaro in polvere
8 g lievito
un pizzico sale
240 g acqua
50 g latte
80 g olio di mais

250 g Philadelphia
80 g zucchero a velo
2 cucchiaini estratto vaniglia

6 cucchiai Nutella

Ho fatto proprio come si vede nel video e cioè prima ho messo nella ciotola la farina e gli ingredienti asciutti, li ho mescolati bene e poi ho aggiunto gli ingredienti liquidi.
Ho imburrato e infarinato una teglia di alluminio di cm 24 x 29 (misurata dalla parte di sopra, più larga) e ci ho versato l'impasto.

Ho amalgamato lo zucchero a velo con il formaggio e la vaniglia e l'ho messo a mucchietti sopra l'impasto al cacao.

Ho messo anche la nutella a cucchiaiate e con il manico della forchetta ho tracciato delle linee in modo da  mescolare irregolarmente il tutto.

Ho cotto in forno a 180°C per 40'.

Cotto

domenica 21 ottobre 2012

Dolce altoatesino all'olio



 
Ricetta che mi ha suggerito la mia amica Claudia - fonte "I dolci" Annaliese Kompatscher.

Incollo la ricetta come scritta da Claudia

4 uova
100 ml olio mais
100 ml acqua
220 g zucchero
1 bustina vanillina 
succo e scorza di 1 limone non trattato
220 g farina 00
1/2 bustina lievito
50 g uva passa
50 g pinoli

Montate i tuorli con l' acqua e, sempre sbattendo, aggiungete zucchero e vanillina (Io ho usato lo zucchero aromatizzato con bacca di vaniglia).Versate quindi l'olio a filo e continuate a lavorare fino ad avere una massa spumosa.Unite il succo e la scorza grattugiata di 1 limone. Montate a neve gli albumi e incorporateli delicatamente al composto, alternandoli alla farina setacciata con il lievito. Per ultimo unite pinoli e uvetta (che avrete fatto gonfiare per 30 minuti in acqua calda e asciugata). Versate il composto in teglia da 24 cm con carta forno.Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 45 minuti. .

Il dolce altoatesino in pentola fornetto. Il segreto per una cottura perfetta è usare il fornello medio, con fiamma al minimo fin dall'inizio e cottura 1 ora e 1/2.

---------

Mie note:

  • anche io ho usato zucchero aromatizzato con bacca di vaniglia,
  • ho usato una miscela di farina per dolci (farina e amido di frumento), 
  • non ho messo uvetta ma ho messo 100 g di pinoli,
  • ho cotto nella pentola fornetto ma nella mia pentola e con il mio fornello sono bastati 70' di cottura.

giovedì 18 ottobre 2012

Chocolate Toffee Matzo Candy




Chocolate Toffee Matzo Candy è il nome della ricetta originale che non saprei come tradurre.

Io ho fatto così:

  • Cracker non salati
  • 220 g zucchero di canna scuro
  • 220 g burro
  • 220 g cioccolato fondente amaro (70% circa)
  • pistacchi (o pinoli o mandorle o nocciole o arachidi)

Ho foderato con carta da cucina una teglia grande di alluminio (cm 28 x 35) e ho disposto sopra uno strato di cracker, riempiendo bene tutti gli spazi.
Ho acceso il forno a 190°C.
Ho tagliato il cioccolato con un coltello.
Ho tolto la buccina marrone ai pinoli (far bollire un po' di acqua. Togliere dal fuoco e unire i pinoli. Facendo attenzione a non scottarsi, togliere la pellicina marrone.). Li ho tritati.

Ho fatto sciogliere in una padella a fiamma moderata il burro, ho aggiunto lo zucchero e, mescolando continuamente, ho cotto per 3' da quando ha iniziato a bollire.
Ho tolto dal fuoco, ho versato sui cracker facendo in modo di coprirli completamente.
Ho abbassato il forno a 180°C e ho cotto per 15' in forno ventilato. Nella ricetta originale c'è scritto di fare attenzione che non bruci ed eventualmente abbassare la temperatura.
Togliere la teglia da forno e cospargere con il cioccolato, aspettare che si ammorbidisca e spandere per bene per ricoprire tutto. Prima che il cioccolato si sia rappreso completamente, mettere i pistacchi.
Ho lasciato raffreddare completamente e ho tagliato.

Nella ricetta originale c'è scritto che si mantengono una settimana; fatto con il pane azzimo, è un dolce tipico della Pasqua ebraica.

sabato 13 ottobre 2012

Frittelle con i ferretti... finalmente!


Ce l'ho fatta!
Finalmente sono riuscita ad utilizzare i ferretti che avevo da tantissimo tempo (si capisce anche dalla confezione che sono vecchi)!

La ricetta:

1 uovo
100 g farina
100 g latte

zucchero a velo

Si mescola tutto insieme senza lasciare grumi e si frigge.
Si spolverizza con zucchero a velo ma volendo si possono anche "farcire" con nutella.
Con questa dose mi sono venute le frittelle della foto.

La ricetta è semplicissima ma sbagliavo la procedura. Provo a spiegare, può essere utile ad altri:
  • I ferretti vanno montati e messi nell'olio che si sta scaldando.
  • Bisogna usare un tegame con i bordi alti perché i ferretti devono rimanere sempre immersi nell'olio e, dato che non ce la faremmo a friggere e a tenere i ferretti, devono anche poter rimanere appoggiati alla parete della pentola.
  • Il ferretto va appoggiato sulla pastella facendo attenzione a non ricoprirne i bordi ma questo lo sapevo già.
  • La cosa che ho scoperto e che mi ha permesso di riuscire a farle è che il ferretto va tenuto qualche secondo nella pastella (in questo modo la frittella comincia a cuocere). Quando si mette nell'olio caldo, dopo poco, l'impasto si stacca da solo.
    Io sbagliavo perché mettevo il ferretto nella pastella e lo toglievo subito.
  • Avevo fatto la pastella in un contenitore alto ma dopo la prima frittella ho trasferito tutto in un piatto fondo perché non ce la facevo ad appoggiare nella maniera giusta il ferretto.
  • Avevo cominciando mettendo tutti e tre i ferretti nell'olio ma poi ne ho usati solo due perché, per non usare tanto olio, friggevo in un tegame piccolo.

Da rifare sicuramente!

Proverò anche la ricetta di Antonella Santoro: 1 uovo, 130 g farina e 170 g latte.

mercoledì 10 ottobre 2012

Pizza parigina



Ne aveva scritto Barbara su Facebook e ci ho voluto provare. Buona, buona!
Ho cercato un po' in rete e poi mi sono ispirata alla ricetta di Rimmel, trovata nel forum di Gennarino.

1 confezione base pizza rettangolare Buitoni (g 385)
1 confezione sfoglia rettangolare Buitoni (g 230)
1 scatola pezzettoni di pomodoro (g 400)
150 g prosciutto cotto a fette
250 g scamorza
olio
sale
pepe
basilico
latte

Ho messo il pomodoro in un colino e ho lasciato scolare l'acqua di vegetazione poi ho condito con olio, sale, pepe e basilico tritato.
Ho unto con olio una teglia di cm 35 x 25 e ci ho steso la base pizza.
Ho messo sopra una parte di pomodoro, le fette di prosciutto, la scamorza tritata e il pomodoro rimanente.
Ho coperto con la sfoglia e l'ho bucherellata con una forchetta.
Ho spennellato con latte e ho cotto in forno a 180°C per 40'.

domenica 30 settembre 2012

Frittelle di bianchetti

250 g bianchetti

farina
1 uovo
acqua
parmigiano grattugiato
prezzemolo tritato
sale
pepe

olio per friggere

Lavare i bianchetti (o pesce ghiaccio come era indicato dal pesciaiolo) e metterli in un colino a scolare.
Preparare una pastelle leggera con gli ingredienti indicati, unirci i pesciolini e friggere.
Buonissimi!
Accompagnando le frittelle con un contorno, questa dose è sufficiente per 3 persone.

lunedì 17 settembre 2012

Stracchino della duchessa




Era tanto che volevo provarci e finalmente, eccolo!

250 g mascarpone
2 uova
80 g zucchero
250 g savoiardi
20 g cacao amaro
30 g gocce di cioccolato fondente
30 g mandorle pelate

Per bagnare i savoiardi
8 tazzine caffè
Rum

Per spolverizzare il dolce dopo sformato
cacao amaro

Montare a neve ferma gli albumi con 40 g di zucchero.
Montare bene i rossi con i restanti 40 g di zucchero, aggiungere il mascarpone e montare ancora.
Incorporare delicatamente gli albumi montati.
Dividere il composto in due parti; a una parte aggiungere le mandorle tritate, all'altra il cacao setacciato e le gocce di cioccolato (oppure ad una il cacao e le mandorle, all'altra le gocce di cioccolato).

Foderare uno stampo da plum cake (la parte più larga di quello che ho usato io è cm 11 x 25) con pellicola alimentare (o con carta forno bagnata e strizzata).


Mescolare caffè e rum, bagnarci i savoiardi e ricoprire le pareti e il fondo dello stampo.
Versare dentro prima la crema scura e poi quella chiara, ricoprire con altri savoiardi bagnati.

Tenere il dolce in congelatore per 2 o 3 ore.

Prima di servirlo, sformarlo, spolverizzarlo con cacao amaro in polvere, setacciato e lasciarlo a temperatura ambiente per circa 30'.

Servirlo tagliato a fette.

mercoledì 29 agosto 2012

Alfajores de Maizena


Ricetta di Marcela.

Dopo tantissimo tempo che ho assaggiato proprio quelli fatti di Marcela, finalmente sono riuscita a provarli.
Molto friabili e buoni, nonostante il abbia fatti al campeggio dove ho un forno a gas che non riesco a padroneggiare.


200 g burro
110 g zucchero
3 tuorli
1 cucchiaio di cognac (15ml)
scorza grattugiata di mezzo limone
260 g fecola di mais
170 g farina 00
2 cucchiaini lievito chimico
1/2 cucchiaino bicarbonato di sodio

dulce de leche
cocco grattugiato

Montare il burro con lo zucchero, aggiungere il cognac, la scorza di limone e poi i tuorli, uno alla volta.
Con una spatola incorporare le farine con i lieviti, previamente setacciati.
Conservare in frigo almeno un'ora (io ho congelato).
Tirare l´impasto di circa 5 mm di spessore e tagliare dischetti di 4-5cm di diametro.
Marcela consiglia di cuocere in forno a 180° circa 10-15 minuti. Io ho cotto nel forno a gas, controllandoli a vista perché il fuoco viene solo da sotto e rischio di bruciare quello che ci cuocio.
I biscotti devono rimanere bianchi, un po´ dorati sotto.
Quando sono ben freddi si mette abbondante dulce de leche su un dischetto e si chiude con un altro.
Si passa l´orlo nel cocco grattugiato.
Dato che a mio figlio non piacciono né il cocco, né il dulce de leche, ne ho farciti alcuni con la marmellata di susine.

domenica 26 agosto 2012

Penne Beatrice


cipolla
zucchine
sgombro lessato
pinoli
mandorle
pomodorini pachino
olio
sale

Dar dorare la cipolla, unire le zucchine affettate, i pomodorini e cuocere velocemente.
Salare, unire il resto degli ingredienti e far insaporire velocemente.
Beatrice ci ha condito le penne.

Buona sia calda che fredda.

L'ho fatta di nuovo e ho sostituito lo sgombro lesso con sgombro sott'olio. Buona anche così!

Passatelli di Daniela


Passatelli di Daniela perché io ho mangiato i suoi (sono quelli della foto) ma la ricetta originale è di Alessandro del forum di Coquinaria che a sua volta l'ha avuta da Sandra.

La incollo qui:


PASSATELLI DELLA ZIA (la mia, 87 anni e li fa ancora)

Pangrattato (pane comune, senza olio) g 300
Parmigiano reggiano stagionato g 250
2 cucchiai di semolino
6 uova
Burro g 30 o ancora meglio midollo
Sale, pepe, tanta noce moscata grattugiata

Mescolare ed impastare tutto alla perfezione, stancarsi.
Lasciare riposare per almeno 1 ora o fate l’impasto la sera prima e mettetelo in frigo ben coperto con pellicola.
Fate delle palline non troppo grandi da mettere nel passa- passatelli, schiacciate in un buon brodo bollente
Fate uno o due piatti alla volta, tanto appena vengono a galla sono cotti.
La ricetta è per 6 ma secondo me va bene anche per 8.

giovedì 9 agosto 2012

Pomodoro scherzi della natura


Farfalle peperoni e ricotta salata


La ricetta è tutta nel titolo.
Ho preso un peperone, l'ho tagliato a listarelle e l'ho cotto in olio. Ho salato.
Ho condito le farfalle con il peperone, la ricotta salata e foglie di basilico spezzettate.

domenica 5 agosto 2012

Cheese cake alla frutta senza cottura




Ricetta di Tiziana

(per 8 persone)
350 g ricotta
200 g panna liquida da montare
150 g zucchero
3 fogli gelatina alimentare (15 g) Rebecchi
2 tuorli
300 g pesche, pesate già pulite e sbucciate (o mirtilli)
mezzo bicchiere vino bianco o un bicchierino di cognac

200 g biscotti Gran Cereale
80 g burro

Mettere in una ciotola le pesche tagliate a pezzetti con un cucchiaio di zucchero (preso dai 150 grammi) e mezzo bicchiere di vino o il cognac; riporre in frigo e lasciare macerare.

Ammollare in acqua fredda la colla di pesce.

In una terrina sbattere i tuorli con lo zucchero poi incorporare la ricotta.

Passare al mixer i biscotti, metterli in una terrina e miscelarli al burro fuso. Sistemarli sul fondo di una tortiera a cerniera (Ø 26 o 24 cm) premendo bene, mettere in frigo.

Intanto in un pentolino far sciogliere a fiamma bassa la colla di pesce strizzata con tre cucchiai del liquido delle pesche.

Al composto di ricotta unire le pesche sgocciolate, la panna montata e la colla di pesce.
Versare il tutto nello stampo e mettere in frigo per almeno 4 ore. Sformare e servire.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...