sabato 3 agosto 2019

Cipolla bianca grande fritta - BLOOMIN ONION





1 grossa cipolla dolce, di circa 1300 g.
300 g farina bianca 
2,5 g timo fresco
2,5 g di origano secco
pepe nero

2 uova
240 ml di latte
Sale

Olio di semi di arachide per friggere

Per la salsa di accompagnamento:
2 cucchiai maionese
2 cucchiai panna acida
1 1/2 cucchiaini ketchup
Sale e pepe nero


La ricetta originale:
1 grossa cipolla dolce, di circa 600 g
300 g di farina bianca (2 cup)
5 g di pepe di caienna (1 tsp), io ne ho messo meno
30 g di paprica (2 tbsp)
2,5 g di timo secco (1/2 tsp)
2,5 g di origano secco (1/2 tsp)
2,5 g di cumino macinato (1/2 tsp)
Un pizzico di pepe nero
2 uova grandi
240 ml di latte (1 cup)
Sale qb
Olio di semi di arachide per friggere
(Se volete fare anche la sua salsina
ingredienti:
2 cucchiai di maionese
2 cucchiai di panna acida
1 1/2 cucchiaini di ketchup
1/2 cucchiaino di salsa Worcestershire
1 cucchiaio di rafano drenati
1/4 di cucchiaino di paprika
Un pizzico di pepe di Caienna
Sale e pepe nero appena macinato)

Mescolare la farina con il timo, l'origano e il pepe.

In una ciotola sbattere leggermente le uova e unire il latte e il sale.

Tagliare la cipolla in 16 spicchi, lasciandola unita alla base (per i tagli andare a vedere nel sito).
Aprirla delicatamente e infarinatela bene con la farina, togliendo l'eccesso.
Immergere la cipolla nell'uovo e ricoprire bene. Scolare l'eccesso.
Ripetere l'infarinatura facendo attenzione che la farina vada bene anche fra i petali.
Mettere la cipolla in frigorifero.

Preparare la salsa in una ciotola, unendo tutti gli ingredienti. Conservare in frigorifero.

Scaldate l’olio in una pentola profonda.
Con l'aiuto di una schiumarola, mettere la cipolla nell'olio caldo a testa in giù e friggere da un lato, girarla con attenzione e friggere anche dal lato opposto.

Questa è la mia versione di una ricetta trovata qui:
L'ho fatta al mare e non avevo tutti gli ingredienti necessari. La mia cipolla inoltre era troppo grande (circa 1,300 kg) e ho avuto difficoltà a friggerla.

mercoledì 24 luglio 2019

Frittelle greche di pomodori e zucchine


Domatokeftedes Astypalaias

500 g pomodori sodi e maturi
200 g zucchine
1 grande cipolla bionda
prezzemolo tritato
una decina foglie menta tritate
qualche fogliolina basilico tritata
sale
pepe nero
300 g circa farina
olio di semi

yogurt greco


Fare sui pomodori un'incisione a croce e scottarli per 1 minuto in acqua bollente.
Pelarli e tritarli al coltello.
Lavare le zucchine e grattugiarle dai fori grossi della grattugia.
Mettere pomodori e zucchine in uno scolapasta, salare leggermente e lasciarli scolare per mezz'ora abbondante affinché perdano i liquidi. In questo modo si ridurrà la quantità di farina da aggiungere.
In una terrina unire i pomodori, le zucchine, la cipolla tritata, il prezzemolo, la menta, il basilico,  il pepe e salare con parsimonia tenendo presente che pomodori e zucchine sono già stati salati.
Aggiungere gradualmente la farina mescolando con un cucchiaio.
Mettere il composto nel frigorifero per mezz'ora.
Versare abbondante olio in una padella e appena sarà bollente prelevare a cucchiaiate le frittelle e friggerle da tutt'e due i lati fino a doratura.

Scolare, mettere su carta assorbente per togliere l'eccesso di olio e servire con dello yogurt greco.

Fonte: https://www.mangiaregreco.com/2016/09/frittelle-di-pomodori-di-astypalaia.html

martedì 11 giugno 2019

Chiffon cake cacao e noci



160 g farina 00
40 g cacao amaro
200 g zucchero
90 g olio di semi di mais
120 g acqua
4 uova
1/2 bustina di lievito istantaneo
4 g cremor tartaro
100 g noci spezzettate
un pizzico sale
scorza grattugiata di 1 limone

Montare gli albumi a neve ferma, aggiungendo il cremor tartaro quando sono spumosi.
Setacciare farina, cacao, zucchero, sale e lievito.
Mescolare i tuorli con l’olio e l’acqua. Unire le polveri, aggiungere la scorza del limone e le noci a pezzettoni.
Amalgamare delicatamente i due composti con una spatola, mescolando dal basso all’alto per non smontare l’impasto.
Inserite l’impasto nel fornetto Versilia 24 cm Ø (assolutamente senza imburrare e infarinare) e cuocere sul fuoco medio 5' a fiamma alta e 55' al minimo.
Fare la prova stecchino (spiedino di legno lungo infilato nei fori della pentola fornetto).
Una volta cotto, capovolgere il fornetto con il dolce dentro e lasciarlo raffreddare completamente prima di sformare.

Fonte: https://chefgeneration.wordpress.com/2018/05/01/chiffon-cake-al-cacao-e-noci-con-fornetto-versilia/

Tonno alla siciliana


2 fette tonno
2 pomodori maturi
1 cucchiaio capperi sott'aceto
1 cucchiaio olive verdi
1 spicchio aglio
origano
prezzemolo
olio evo
sale e pepe

Tagliare i pomodori a cubetti e farli cuocere con l'aglio e l'olio in una padella.
Aggiungere l’origano, il prezzemolo tritato, le olive (tagliate a rondelle), i capperi, il sale, il pepe e  fare cuocere per altri 5'.
In ultimo mettere il tonno e farlo cuocere da entrambi i  lati per circa 15'.

Fonte: http://blog.giallozafferano.it/semplicibonta/tonno-alletterato-alla-siciliana/

domenica 26 maggio 2019

Chiffon cake arancia panna e frutti di bosco




200 g farina 00
200 g zucchero
80 g olio di mais
4 uova
8 g lievito istantaneo
 4 g cremor di tartaro
140 g succo arancia
scorza arancia grattugiata
un pizzico sale

Per decorare:
500 g panna fresca
50 g zucchero
fragole, mirtilli, lamponi, more

Setacciare la farina con il lievito.
Montare a neve ferma gli albumi, aggiungendo il cremor tartaro.
Montare i tuorli con lo zucchero. Unire alternandoli il succo di arancia, la farina, l'olio, il sale e la scorza dell'arancia.
Unire delicatamente gli albumi.
Versare nella pentola fornetto Versilia (24 cm Ø),  assolutamente non imburrata e infarinata, e cuocere, sul fornello piccolo, cinque minuti a fiamma alta. Abbassare la fiamma al minimo e cuocere ancora per 50'.
A fine cottura capovolgere la pentola su una griglia e lasciare raffreddare così, appoggiata sui manici.
Dopo un paio di ore, scalzare delicatamente i bordi e sformare.

Montare la panna con lo zucchero.
Dividere lo chiffon cake in tre parti.
Farcire e decorare con la panna e i frutti di bosco 



lunedì 20 maggio 2019

Chiffon cake cacao e limone


200 g farina 00
200 g zucchero
4 uova
80 ml olio di semi di mais
135 ml acqua
scorza grattugiata di un limone
1 pizzico sale
4 g cremor tartaro
8 g lievito istantaneo
cacao

Montare a neve gli albumi con le fruste elettriche, aggiungendo il cremor tartaro.
Sempre con le fruste montare i tuorli con lo zucchero.
Aggiungere l’acqua e l’olio.
Unire il sale e la scorza del limone.
Setacciare la farina con il lievito e aggiungerli a cucchiaiate all’impasto.
Incorporare delicatamente gli albumi con una spatola, con movimento dal basso verso l’alto per non smontali.
Prelevare un po’ di impasto e aggiungerci il cacao setacciato.
Versare metà dell'impasto chiaro nel fornetto Versilia Ø cm 24 (non imburrare e infarinare assolutamente) poi quello al cacao e finire con il resto di quello chiaro.
Cuocere sul fornello sulla fiamma più piccola, 5' a fiamma alta e 50' a fiamma bassa (fare comunque la prova cottura con uno spiedino di legno).
Togliere il dolce dal fornello e capovolgere la pentola su una griglia (se la pentola fosse stata imburrata il dolce si staccherebbe invece deve raffreddare capovolto nello stampo). Farlo raffreddare completamente e poi, scalzando leggermente dai lati, sformare su un vassoio.

Ricetta di Delia Ciriello,  con piccole mie modifiche (lei aveva messo anche la vaniglia, la sua dose era con 6 uova, ha cotto nello stampo adatto alla Chiffon cake, ha ricoperto con cioccolato fuso)

lunedì 15 aprile 2019

Torta ripiena di zucchine prosciutto cotto e formaggio



La mia versione della ricetta "Torta ripiena di zucchine, Praga e Asiago" di Natalia Cattelani, vista alla prova del cuoco.

1 pasta sfoglia tonda da banco frigo
100 g prosciutto cotto affettato
300 g zucchine tagliate a cubetti
1 cipollina fresca tritata
120 g fra groviera e pecorino
1 uovo
150 g latte
150 g farina
10 g olio evo
50 g grana grattugiato
1 cucchiaino lievito per torte salate

In una padella soffriggere la cipollina, unire le zucchine, salare e cuocere velocemente a fuoco vivace.
In una ciotola, sbattere l’uovo, aggiungere l'olio, il latte, il  formaggio grattugiato, il lievito e in ultimo la farina.
Ungere con un filo d'olio una teglietta di alluminio di 25 cm e stenderci la pasta sfoglia.
Ricoprire la base con il prosciutto cotto.
Distribuire sopra prima le zucchine rosolate, poi i formaggi tritati grossolanamente.
Sopra a tutto mettere a cucchiaiate l'impasto con la farina e l'uovo.
Decorare con zucchine tenute da parte o con lamelle di mandorle.
Cuocere in forno a 180°C per 40' circa.

domenica 7 aprile 2019

Sugo coniglio


1 coniglio
500 g carne macinata
500 g pomodori maturi a pezzettoni
2 cipolle
2 carote
prezzemolo
basilico
sedano
mezzo bicchiere di vino bianco
1 salsiccia
1 fegatino del coniglio

Soffriggete odori.
Aggiungere la salsiccia, i fegatini tritati e la carne macinata.
Far fare l'acqua al coniglio e gettarla. Soffriggerlo nell'olio. Salare.
Unire il soffritto.
Mettere il vino e far evaporare.
Quando si sarà ritirato aggiungere il pomodoro.
Portare lentamente a cottura.

Ricetta di mio babbo Giuseppe.

Pomodorini pachino caramellati



Pomodori pachino
aglio
timo
zucchero di canna
sale
olio evo

Lavare i pomodorini, lasciandoli attaccati al picciolo e sistemarli in una teglia, foderata con carta forno.
Condirli con olio, sale, zucchero, aglio a fettine, timo e infornare a 150°C per 45' circa.
Trascorso il tempo di cottura, sfornare e tenere da parte.

Pasta con radicchio e noci


400 g penne
1 cesto di radicchio
140 g gorgonzola
100 ml panna e un po' di latte
noci tritate
olio evo
sale

Lessate la pasta al dente.
Mentre la pasta cuoce, fate scaldare la panna con il latte in un pentolino e sciogliervi il gorgonzola.
Tagliare il radicchio e farlo cuocere in una larga padella con un po' di olio. Salare.
Scolare la pasta e farla saltare nella padella.
Aggiungere anche la crema al gorgonzola e le noci, girare bene e servire.

Fonte: https://www.cookaround.com/ricetta/casarecce-con-gorgonzola-radicchio-e-noci.html

Tatin di cipolle rosse


230 g pasta sfoglia da banco frigo
10 piccole cipolle rosse
30 g burro
30 g zucchero
2 cucchiai di aceto balsamico
foglie di rametti di timo
un tuorlo d’uovo
sale, pepe

Sciogliere in una tortiera da 20 cm il burro e lo zucchero.
Aggiungere le cipolle tagliate a metà, con la parte tagliata rivolta verso il basso.
Unire l’aceto balsamico, un po’ di sale e pepe e far cuocere per 15 minuti senza mescolare fino a quando le cipolle saranno  morbide.
Aggiungere metà del timo e coprire con la pasta sfoglia.
Spennellare la superficie della pasta con il tuorlo d’uovo sbattuto e infornare in forno preriscaldato a 180°C per circa 25'.
Far raffreddare un po’, rigirare sopra un piatto e cospargere con il restante timo.
Andrebbe servita con del formaggio di capra.

Fonte - https://lefrancbuveur.blogspot.com/2014/05/tatin-di-cipolle-rosse-suggerisce-jamie.html

venerdì 22 marzo 2019

Pizza bianca simil Gabriele Bonci


300 g farina 0
200 g farina farro
350 g acqua
2 g lievito Mastro Fornaio
5 g sale
1 cucchiaino zucchero
olio evo

Impastare la farina con l'acqua, unire il lievito, aggiungere in ultimo il sale, lo zucchero, un filo di olio. Far lievitare l'impasto per 20 ore in frigorifero.
Togliere l'impasto dal frigorifero e lasciarlo a temperatura ambiente per 3 ore.
Dividere l'impasto in due parti, stenderne delicatamente una con le mani e disporla su una teglia (30 x 30 cm) unta con olio.
Spennellare la pizza con olio.
Stendere l'altra parte e appoggiarla sulla prima. Far lievitare ancora per circa un'ora.
Cuocere la focaccia in forno a 240°C per 20/25'.
Separare i due strati e farcire. Io ho messo mortadella e salame toscano.

Questa è la mia versione di una ricetta trovata qui: Pizza bianca prosciutto e fichi - Gabriele Bonci

venerdì 1 marzo 2019

Gattò



1,100 kg patate gialle vecchie
100 g salame
60 g scamorza o provola affumicata
100 g mozzarella
2 uova
pangrattato
burro
olio evo
sale

Lavare le patate e lessarle bollendole per circa 40'. Scolarle, sbucciarle e schiacciarle.
Quando sono fredde aggiungere le uova e il salame tritato. Amalgamare bene.

Imburrare e cospargere di pangrattato uno stampo.
Disporre un primo strato di patate (circa tre quarti del totale) distribuendolo in modo da creare uno spessore regolare anche lungo le pareti.
Distribuire i formaggi tagliati a fettine, sulle patate.
Coprire con le patate rimanenti e premere bene con le dita fino ad ottenere una superficie priva di fessure.

Ungere la superficie del gattò con un filo di olio, cospargere con un po' di pangrattato e completare con fiocchetti di burro.
Cuocere in forno a 180°C per circa 60' facendolo dorare.
Lasciar riposare qualche minuto prima di servirlo.

Spuma di mortadella e pistacchi


250 g formaggio robiola + 50 g
150 g mortadella
70 g pistacchi salati da sgusciare (peso con il guscio)
verdure varie per decorare

Stampo in silicone da 600 ml (quello della foto, che ho usato, è di 400 ml ed è troppo piccolo)

Frullare bene 250 g di robiola con la mortadella fino ad ottenere un composto il più possibile liscio. Versare nello stampo, livellare bene e riporre in congelatore per un’ora.

Ridurre i pistacchi in granella piuttosto grossa e mescolare con i restanti 50 g di robiola.
Spalmare il composto sullo strato di mousse di mortadella congelata.
Riporre di nuovo tutto in congelatore. E' importante rimettere nel congelatore perché ci permetterà di sformare meglio.

Quando il composto sarà ben solidificato, sformarlo direttamente sul piatto da portata e decorarlo con verdure varie.
Mi interessava capire se ci sarebbe piaciuta la mousse di mortadella e non mi ero attrezzata per la decorazione. Ho usato quello che avevo in casa: ravanelli e insalata valeriana.
Andate a vedere quella che ha fatto Angela perché ha una bellissima decorazione.

Angela consiglia di accompagnare con pane tostato, condito con poco olio e sale.

mercoledì 13 febbraio 2019

Agnello in umido con piselli


Tagliare a pezzi e lavare l'agnello.
Rosolare a fuoco alto in un tegame con olio, aggiungere anche aglio e rosmarino, sale e peperoncino.
Unire il pomodoro pelato, i piselli surgelati e cuocere.

Ricetta di Gina, mia suocera.

Coniglio disossato ripieno



Salare e pepare il coniglio.
Riempirlo con spinaci saltati con uno spicchio di aglio, frittata, pancetta salata tagliata a striscioline.
Arrotolare, legare con spago, salare e pepare.
Cuocere in forno a 180°C per circa 1 ora e 45'c.
Far intiepidire, tagliare e servire.

Per contorno: patate arrosto.

domenica 10 febbraio 2019

Ciambella nuvola all'arancia


crudo
La ricetta originale è per un fornetto Versilia di 28 cm di diametro, io ho ridotto la ricetta calcolando 4 uova per cuocerlo nel mio fornetto di 24 cm.
E' lievitato molto. Ho fatto la foto da crudo ma mi sono dimenticata di farla da cotto. E' arrivato comunque ai chiodini dei manici.
Metto la ricetta originale con fra parentesi le mie dosi.

5 (4) uova
230 (185) g zucchero semolato 
70 (55) g zucchero a velo
280 (225) g farina
Scorza di 2 arance grattugiata 
200 (160) ml succo d'arancia 
estratto vaniglia 
1 bustina di lievito + 1 pizzico (1 bustina)
120 (96) ml olio di mais
1 pizzico sale

Per glassare (mia versione)
40 g succo arancia
180 g marmellata arance

Montare a spuma le uova con i due tipi di zucchero per circa 10'.
Unire l'olio, il sale e il succo d'arancia.
Incorporare ora la farina setacciata col lievito e mescolare accuratamente unendo infine la scorza grattugiata e la vaniglia. 

Versare nel fornetto imburrato e infarinato e cuocere sul fornello medio a fiamma alta per 5', poi a fiamma bassa per circa 55' circa.

Per glassare: sciogliere sul fuoco la marmellata di arance con il succo e spennellare la ciambella.

Ricetta di Morena Brunetti.

sabato 19 gennaio 2019

Girella di Sfoglia con spinaci


La fetta tagliata da tiepido

Cruda
1 rotolo pasta sfoglia rettangolare
150 g spinaci surgelati
250 g ricotta
30 g parmigiano grattugiato
1 uovo
sale
pepe

Inoltre:
latte
semi sesamo

Far scongelare gli spinaci in una padella sul fuoco con un po' di olio.
Lasciare raffreddare, strizzare bene e tritare.
Unire la ricotta, il parmigiano, il sale e il pepe.
Sbattere leggermente l'uovo e unirlo quasi tutto al ripieno, lasciandone solo una cucchiaiata che servirà poi, unita a latte, per spennellare la girella.

Aprire la pasta sfoglia e tagliarla in quattro strisce uguali (la prossima volta taglierò in 3 parti) nel senso della lunghezza.
Distribuire il ripieno nel centro di ogni striscia. Chiudere pizzicando.
Arrotolare cercando di unire la parte finale di ogni rotolo con la parte iniziale dell'altro.

Spennellare con l'uovo e il latte, lasciati da parte, e spolverare con i semi di sesamo.

Cuocere in forno a 200°C per circa 50'.
Aspettare che si intiepidisca e servire.

Buona anche il giorno dopo: il taglio sarà più pulito ma la sfoglia meno friabile.

Stella di würstel e patate




400 g patate bianche
60 g parmigiano grattugiato
100 g prosciutto cotto tagliato a dadini
1 uovo
prezzemolo tritato
sale
pepe
100 g scamorza tritata

Lessare le patate e togliere la buccia. Schiacciarle e farle raffreddare.
Unire il parmigiano grattugiato, il prosciutto cotto, l'uovo, il prezzemolo, il sale e il pepe.
Tagliare i wustel a metà e incideteli senza tagliare le punte. Aiutandosi con stuzzicadenti formare le punte della stella. Riempire con il composto di patate. Distribuire sopra la scamorza e cuocere in forno a 180°C per circa 30'.

Fonte: https://youtu.be/EcRB2pGH4jE

lunedì 14 gennaio 2019

Radici di cioccolato


Avevo visto fare le radici di cioccolato da Torreblanca in TV e ci ho provato.
Ho sciolto il cioccolato fondente, l'ho messo in un conetto fatto con la carta da cucina, ho tagliato la punta facendo un foro non troppo piccolo e ho formato dei bastoncini su un letto di cacao amaro.
Ho coperto bene con altro cacao amaro, ho lasciato solidificare e ho tolto.
Nello stesso modo ho formato i numeri.


Stella di sfoglia al salmone

3
2
1 rotolo pasta sfoglia tonda
130 g Philadelphia
100 g salmone affumicato
olive verdi
erba cipollina

Spalmare il Philadelphia sulla sfoglia.
Tagliare in otto parti dall'esterno, senza arrivare al centro.
Fare ancora otto taglietti dall'interno verso l'esterno, all'interno degli altri tagli.
Mettere il salmone (foto 2).
Piegare la sfoglia sopra il salmone (foto 3).
Disporre le olive sulle parti dove la sfoglia si chiude perché non si sollevi in cottura  e aggiungere l’erba cipollina.

Cuocete in forno a 180°C per circa 30'. Far intiepidire e servire.

Fonte: https://www.gnamgnam.it/2018/11/21/stella-di-sfoglia-al-salmone.htm
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...