Pagine

giovedì 22 settembre 2011

Yorkshire pudding

Ho visto la ricetta nel blog di Luisa e mi sono ricordata che era tanto che ci volevo provare.
Luisa aveva visto la ricetta nel blog di Loriana.
Ho seguito quindi la ricetta di Lory ma ho fatto una dose da due uova per paura che non ci piacesse.
Ho sbagliato perché sono buonissimi!
Loriana scrive che: " Il più importante è il calore, dovrete usare uno stampo da muffin in cui verserete 3 cucchiaini di olio per ogni forma, inserire il tutto nel forno freddo alzare la temperatura al massimo e lasciare così sino a quando non sentirete "sfrigolare" l'olio all'interno delle forme, a questo punto dovrete procedere molto velocemente per non far scendere troppo la temperatura del vostro stampo, una volta pronto il vostro impasto mettetelo in un boccale in modo da facilitare questo passaggio, versate un po' della pastella dentro ad ogni forma dovrà essere meno della metà mi raccomando perché cresceranno molto, fate tutto molto velocemente rimettete in forno sino a cottura ..

Io dopo 10 minuti di cottura controllo che si siano formati i buchi in alcuni casi ho usato un cucchiaio di legno per abbassare un po' il centro di quelli un po' troppo pienotti ;-)
Una volta cotti e freddi se non li usate subito vi basterà conservarli in un contenitore ermetico riposto in frigorifero.
La ricetta è davvero di una facilità disarmante provateli perché sono davvero deliziosi!
Questa dovrebbe essere una ricetta di J.Oliver!"

Io ho messo la teglia nel forno spento e ho acceso alla massima temperatura (270°C) ma arrivata a 240°C l'olio fumava troppo e ho preferito mettere l'impasto e procedere con la cottura. Penso di aver fatto bene perché i miei sono venuti comunque più abbronzati di quelli di Loriana.
Nella mia teglia con 12 impronte, ho cotto 7 Yorkshire pudding ma credo che ne avrei potuti fare anche 8 perché ho abbondato con la dose. Penso anche che la dose da 3 uova sia giusta per fare 12 pudding.
Ho cotto quindi 15' a 240°C poi ho abbassato a 160°C e ho cotto ancora 5'.
La forma dei miei è venuta strana: qualcuno a cilindro forato e qualcuno più aperto. Chissà perché! Sicuramente ho messo troppo impasto.

La ricetta:
2 uova
83,3 g farina
190 ml latte
sale

olio di semi di arachide per lo stampo

In totale 350 ml di impasto.

Si fa una pastella frullando uova, farina, latte e sale e si fa riposare 40' in frigorifero.
Si cuoce 15' a 240°C e ancora 5' a 160°C.

12 commenti:

Luvi ha detto...

è scoppiata una epidemia..;) :D
Buoni vero?
Con due uova ne potevi fare comodamente 12 mettendo meno impasto... io lo stampo lo messo in forno già a temperatura per soli 5 minuti e si è scaldato subito l'olio.:)

Mary ha detto...

brava ti è venuto perfetto , sai non è facile ma tu hai superato il test!

Laura ha detto...

Luisa la prossima volta proverò.
Questa volta avevo messo l'olio solo in 7 impronte e volevo fare veloce.

angicoock ha detto...

deliziosi. Anche a me paicerebbe tanto prepararli, ma ho un pó di timore. Se ti va passa da c'è una simpatica sorpresa

Laura ha detto...

Grazie Mary

Eu Mulher ha detto...

Olá,

Deve ser uma verdadeira delícia!!

Um beijo

Tem sorteio lá no meu blog. Vamos participar?

Lory ha detto...

Ti sono venuti perfetti bravissima Laura!!!

paola ha detto...

brava! very british!

ziacrostatina ha detto...

Ma che belli e anche rapidi!

Laura ha detto...

Grazie a tutte.

Zia Crostatina falli che sono anche buoni.

Laura ha detto...

Lory il merito è tuo, grazie

Babi ha detto...

Ho provato questo pudding l'estate scorsa in Scozia. Diverse volte ho cercato la ricetta, ma non mi sono mai decisa a farlo. Ora che ho trovato la tua spiegazione gia' testata mi buttero' sicuramente! Bellissimi!
Babi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...