Pagine

sabato 26 novembre 2011

Crostatine sbriciolate con nutella



Ho fatto tante mini crostatine (pirottini Ø 8 cm) invece che un'unica crostata, ho usato farina bianca e ho messo noci e mandorle invece delle nocciole.
Ancora più buona il giorno dopo.

Crostata Sbriciolata alle Nocciole - ricetta di MarinaB con variante alla Nutella di Elisabetta69 del forum di Coquinaria


200 gr farina 0 (oppure avanzi di Kamut, saraceno, grano duro, segale, castagne, riso ecc. o mix di farine)
120 gr zucchero (oppure zucchero di canna)
160 gr nocciole tritate finemente (oppure mandorle, noci, pinoli o mix)
130 gr burro morbido
3 tuorli
2 cucchiaini di lievito in polvere
cannella qb 
pizzico di sale
marmellata a scelta 


Mescolare assieme tutti gli ingredienti secchi, aggiungere al centro il burro e i tuorli e lavorare velocemente con la punta delle dita fino ad ottenere un composto ben amalgamato. Riposare in frigo per almeno mezz’ora, meglio se un’ora!
Versare ¾ dell’impasto in una tortiera ad anello rivestita di carta forno e premere bene con le mani l’impasto per distribuirlo uniformemente; versare la marmellata a cucchiaiate (1 vasetto da 250 gr) e con il dorso del cucchiaio distribuirla bene; ora in modo disordinato versare a pioggia i bricioloni del rimanente impasto sulla marmellata; deve essere tutto piuttosto irregolare, tuttavia cercate di coprire la marmellata.
Infilare la tortiera in forno caldo (160 gradi) per ca. 35-40 minuti.

giovedì 17 novembre 2011

Ciambella "Nessun dorma"







Il 7 ottobre di quest'anno hanno ricominciato con il loro impegno sociale i ragazzi dell'Associazione "Nessun Dorma", presso Circolo Arci Dino Manetti, Via F.Baracca n.2, San Piero a Ponti - Località Indicatore (FI).
Mio figlio è uno dei volontari.
Potete leggere di più nel blog o su facebook.

Per festeggiare avevo preparato questa torta.

glassa (zucchero a velo, acqua, colorante verde)

lunedì 14 novembre 2011

Alchermes, un liquore rosso



600 g alcool 95°
600 g zucchero
g 10 cannella
g 3 macis
2 chiodi garofano
g 2 anice stellato (fiori)
10 granelli cardamomo
scorza di un'arancia
mezza stecca di vaniglia
300 g acqua + 500 g

g 10 cocciniglia (o poco colorante E122, aggiunto solo alla fine)
100 g acqua di rose (o aroma naturale di rosa diluito in poca acqua)

Incidere la vaniglia e pestare nel mortaio le spezie.
Mettere tutto in un vaso di vetro a chiusura ermetica con l’alcool e 300 g di acqua.
Tappare e lasciare in infusione per circa 2 settimane, scuotendo un paio di volte al giorno.
Sciogliere a freddo lo zucchero nei 500 g di acqua e aggiungere agli altri ingredienti.
Agitare bene e tenere in infusione ancora per una settimana.
Filtrare e aggiungere l’acqua di rose e, se non avete messo la cocciniglia, il colorante rosso.

Fonte: Qualcosa di rosso (tratto da: "il grande libro della vera cucina toscana" di Paolo Petroni).

Ho trovato l'acqua di rose in erboristeria di Scandicci.
Il macis e la cocciniglia nella spezieria "Bizzarri" di Firenze.

venerdì 11 novembre 2011

Lupini




lupini secchi
acqua
sale

Tenere i lupini a bagno nell'acqua per 12 ore (una nottata).
Cuocere per 1h e 20' (1h e 30'), scolare.
Metterli in acqua fredda per circa 5 giorni, cambiandola 3 volte al giorno.
Si conservano in acqua salata.

Ricetta della signora Rosa.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...