Pagine

lunedì 23 febbraio 2009

I colori del sale



Sale Blu - Persia (Bisetti)
Naturale, proviene dalle miniere di sale dell'Iran.
E' molto raro, molto salato ma non persistente, lascia in bocca un gradevole sapore speziato.
Si usa come un comune sale da tavola.

Sale Vikingo - Scandinavia (Bisetti)
Una miscela preparata secondo l'antica tradizione della cucina dei Vikinghi del Nord Europa: sale affumicato, cipolla e un mix di spezie.
Indicato su piatti semplici come omelette, soufflé, zuppe di legumi, verdure gratinate, pollo e patate al forno, pesce fresco.

Sale Affumicato - Danimarca (Bisetti)
Sale marino, affumicato con legno di quercia e olmo rosso, secondo l'antica ricetta danese.
Indicato su molti piatti: pasta, zuppe, uova, frittate, pesce fresco.

------------------

Sale Nero Molokai - Isole Hawaii (Black Lava)
Sale marino, evaporato al sole delle Hawaii. È combinato con carbone vegetale e minerali di lava vulcanica che gli conferisce il caratteristico colore nero vellutato.
Ha un gusto affumicato, amaro, leggermente salato, meno salato del sale da tavola.
Ideale per pesce e bistecche alla griglia, verdure e insalate, pasta in bianco e come elemento decorativo.
Esiste anche il sale nero di Cipro.

------------------


Sale marino - Cipro
Fiocchi di sale marino, di forma piramidale. Colore bianco luminoso, gusto fresco e dolce, privo del retrogusto amaro tipico del sale comune.
Si scioglie rapidamente a contatto con il cibo.
Si usa come sale da tavola, su insalate, verdure cotte e crude.

------------------

Sale rosso Alaea - Isole Hawaii
Prende il nome da un'argilla rossa di origine vulcanica. Durante il processo di evaporazione, l'argilla si mescola con il sale e lo arricchisce di ossido di ferro, conferendogli il suo caratteristico colore rosso. Ha un gusto molto più intenso rispetto al sale naturale.
Consigliato su carni alla griglia (Vitello e Maiale) e BBQ.

------------------

Sale rosa - Himalaya
E' un sale fossile che si e' formato milioni di anni fa stratificandosi nelle viscere dell'Himalalaya.
Puro e di colore rosa è un concentrato di sali minerali.
Il suo gusto equilibrato dà sapore senza salare.
Si usa come un comune sale da cucina o da tavola, per salare qualsiasi tipo di pietanza.
------------------

Sale grigio - Bretagna (Bretagne grey salt)
Sale fino grigio naturale di Guérande. Si forma per evaporazione (sole e vento) nelle saline di argilla della costa paludosa, atlantica francese.
Contiene molti minerali: magnesio, calcio, potassio, manganese, fosforo, iodio………
E' particolarmente solubile.
Alleato perfetto di verdure e insalate.

------------------

Sale dolce - Cervia
Sale marino integrale.
Da sempre è conosciuto come un " sale dolce", non perché con minore capacità salante, ma per una più limitata presenza dei sali amari, come i solfati di magnesio, di calcio, di potassio e il cloruro di magnesio, cioè quelle sostanze, per lo più insolubili, che danno al sale quel retrogusto amarognolo meno gradito al palato (da http://www.salinadicervia.it/)

------------------


Sale marino alle alghe - Bretagna (Bisetti)

Sale dell'Atlantico la quale sono state aggiunte alghe fresche disidratate, piante marine tra le più ricche di minerali e di iodio.
Questo condimento sprigiona un intenso profumo di mare, esaltato dalla presenza di queste preziose alghe.
Ideale per il pesce, crostacei, mitili e nelle zuppe.

Sale marino speziato - Cipro (Bisetti)
Fiocchi di sale marino di Cipro, ricoperti da un sottile strato di spezie esotiche: coriandolo, paprika, curcuma, cumino, chiodi di garofano, pepe di cayenna, noce moscata, zenzero.

Ideale sulla carne calda e fredda, per preparare marinate, su patate, crostini, uove e nelle zuppe.

------------------

Questi sono i sali che ho ma ne esistono molti altri.
Le notizie che ho raccolto le ho trovate in internet o stampate sulle confezioni dei sali.

17 commenti:

Mary ha detto...

Molto interessante , baci!

Byte64 ha detto...

Che meraviglia,
già a vederli viene fame.


Ciao Laura!
Tlaz

Anicestellato... ha detto...

In pratica per ogni piatto il suo sale!
Non immaginavo ce fossero tanti, interessantissimo, un abbraccio

Roberta ha detto...

Molto interessante questa distinzione dei vari sali, ma dove si riescono a reperire?
Ciao e un abbraccio

Micaela ha detto...

Che storia!!! Non pensavo esistessero così tanti tipi di sale!!!

Laura ha detto...

Ne ho ancora da postare ma ci vuole un sacco di tempo a fotografare e trovare notizie.

Roberta li ho comprati in più posti. Al mercato centrale a Firenze, al mercato a Scandicci, da Carrefour... e poi non ricordo.

Micaela ne esistono anche altri che io non ho mai trovato.

Dolcetto ha detto...

Ma pensa tè!!! E chi se lo immaginava che ce ne fossero così tanti!

cassandrina ha detto...

Ecco un'altra passione che condividiamo.
Anche io ho parecchie qualità di sale, in parte acquistate girovagando a destra e a manca, in parte acquistate dopo una serata incontro presso una scuola di cucina finalizzata proprio alla conoscenza dei principali tipi di sale.
Ho anche un contenitore apposito, una sorta di tavolozza con tante piccolissime coppettine per ospitare e offrire l'intero ventaglio di proposte.
Il sale rosa l'ho comprato in blocchi con la grattugina per servirsene in tavola.
Il mio preferito è il sale affumicato.
Bella la tua raccolta, la mia è un po' più misera però conto di arricchirla nel tempo.
Ciao, buona giornata

Fabiana

Laura ha detto...

Fabiana vediamo se mi puoi aiutare.
Conosci le differenze fra il sale di Cipro e il sale di Maldon (che io non ho)?

cassandrina ha detto...

Direi che la differenza più evidente può consistere nella diversa capacità di sciogliersi a contatto con il cibo.
Il sale di Cipro si scioglie molto velocemente, il sale di Maldon molto molto più lentamente e quindi viene spesso scelto per giocare e creare dei contrasti con i sapori delle vivande, ad esempio con consistenze morbidi o cioccolattose.
Attingo queste informazioni da un libro avuto in omaggio in seguito ad un consistente acquisto di sali...non dalla mia personale competenza.

Ciao Laura, a presto

Laura ha detto...

Grazie Fabiana, sei stata gentilissima.
Deve essere bellino, bellino il sale rosa in blocchi! Mai visto neppure nelle mie ricerche su internet.

Laura ha detto...

Grazie Fabiana, sei stata gentilissima.
Deve essere bellino, bellino il sale rosa in blocchi! Mai visto neppure nelle mie ricerche su internet.

Laura ha detto...

Grazie Fabiana, sei stata gentilissima.
Deve essere bellino, bellino il sale rosa in blocchi! Mai visto neppure nelle mie ricerche su internet.

PuntoCroce ha detto...

Ma che post interessante!!
Non sapevo dell'esistenza di tanti tipi di sale!!
Ciao
Maria Rosa

Milù ha detto...

Molto interessante ed istruttivo , grazie!

Antonella ha detto...

Confesso la mia totale ignoranza in fatto di sali. Ma poi il sapore è realemnte diverso?

pagnottella ha detto...

Grazie! Mi piace acculturarmi su tutto...
Interessanti informazioni...sarebbe carino elencare varie ricette, ognuna delle quali abbinata ad un tipo di sale diverso...
Baci...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...