Pagine

giovedì 6 novembre 2008

Dolce versato con la ricotta... riciclato

Ricetta di Adriana del forum di Coquinaria.
Mi sono ricordata di questa ricetta dopo che l'ho vista nel blog di Michela.

Per la torta:
2 uova intere
9 cucchiai zucchero
9 cucchiai olio
9 cucchiai latte
12 cucchiai farina
1 cucchiaio lievito per dolci

Per il ripieno:
500 g di ricotta
una bella manciatona di uvetta
4 uova
un pizzico di sale
5 cucchiai di semolino
5-6 cucchiai di zucchero
una bustina di vanillina

Si montano le uova con lo zucchero (con l'aiuto di Ken ), poi si aggiunge l'olio. Dopo si aggiunge il latte alternandolo alla farina mescolata con il lievito.
Il composto deve poter essere versato, tipo quello delle crepes ma molto più denso.
Si versa metà del composto in una teglia unta e infarinata non più grande di 20x30 cm e si inforna a 180°C per 10 minuti.

Nel frattempo si prepara il ripieno di ricotta mescolando a 500 g di ricotta, l'uvetta, le uova, il sale, il semolino, 5-6 cucchiai di zucchero e la vanillina (questi ultimi cioè zucchero e vanillina solo nei 10 minuti in cui la metà del composto è nel forno, così la ricotta non diventa troppo molle per via dello zucchero che si scioglie, io ho usato zucchero a velo).
Passati i 10 minuti si tira fuori la teglia, si versa la ricotta e sopra la ricotta si versa la metà rimasta del composto. Si inforna per altri 40 minuti.

Si taglia fredda e si spolvera con lo zucchero a velo.

Questa è la ricetta di Adriana.
------
Io avevo cominciato a fare il dolce e mi sono accorta di non avere uova sufficienti, quindi ne ho messi due nell'impasto e uno solo nel ripieno.
Non avevo neppure il semolino e l'ho sostituito con due cucchiai di farina.
L'ho cotto in uno stampo di 22 cm Ø.

Quando le cose cominciano male... finiscono peggio!



Il dolce mi sembrava cotto perché bello colorito e non ho pensato a fare la prova stecchino. In conclusione è rimasto crudo dentro.
Mangiarlo togliendo la parte cruda? Era buono ma mi dispiaceva.
Allora, come sempre faccio quando i dolci non vengono come dovrebbero venire... riciclo!



L'ho sbriciolato grossolanamente con le mani e l'ho messo in un'insalatiera.
Ci ho aggiunto del latte, un paio di cucchiai di farina, 1 uovo, cioccolatini vari che avevo in frigo ancora dall'estate e delle noci.
Ho mescolato.
Ho imburrato una teglia da forno di cm 26 x 36 (la più grande che ho perché è buono bassino), ho versato l'impasto, un messo sopra dei fiocchetti di burro e ho cotto in forno a 180°C per circa 40'.
Quando faccio questi recuperi l'ingrediente indispensabile è la cioccolata, ci metto sempre l'uovo e la farina e poi vado con i rimasugli di frutta secca, cocco... quello che ho da finire insomma.
Ci abbiamo già fatto merenda ma è più buono il giorno dopo.

5 commenti:

michela ha detto...

Beh il riciclo è geniale.
Caspita ti era venuto più colorito che a me e dentro crudo.
Credo la colpa sia proprio delle uova.
E dentro..il mio non era così liquido..forse tu avevi una ricotta liquida..la mia non lo era..
Non so dirti come mai è venuta così.
Comunque almeno era buona.

Sabrina ha detto...

Ma sai che faccio anch'io così? In casa mia non si butta via niente :D

Laura ha detto...

Michela può essere.
Ci riproverò comunque.

Sabrina riesco a recuperare i dolci ma sai quanti barattolini scaduti butto via? Troppi. Devo imparare a stare più attenta.

michela ha detto...

Laura in ogni caso leggendo bene..io ho usato una teglia più grande della tua..come quella di Adriana, per cui era più basso probabilmente..se lo rifai in questa teglia..io abbasserei la temperatura del forno e prolungherei la cottura...perchè il mio era cotto ma più chiaro..decisamente.
Un ultima cosa io ho usato il forno ventilato.
ciao
buonwe.

Laura ha detto...

Grazie Michela. Ci riprovo.
Un bacio

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...