Pagine

lunedì 19 maggio 2008

Raveggiolo di Massimo







1 l latte fresco
1 cucchiaino di caglio

Stiepidire il latte (io l'ho portato a temperatura corporea) e unire il caglio.
Girare bene.
Lasciare fermo per circa due ore (si dividerà il siero dal formaggio).
Scolare nei cestini della ricotta per tutta la notte.
Mangiarlo il giorno dopo.


Buono.
Volendo ci si può aggiungere un po' di sale o zucchero.

25 commenti:

Scarabocchio ha detto...

Mi stavo un pò preoccupando per il non avanzamento dell'altro blog, ma poi venendo qui ho visto che sei sempre comunque in fermento!E che fermeeeeento!!!

La cretinata del giorno la vuoi sapere?
Ho pensato "Ma il Mukki lo fanno in Toscana, come fa lei ad averlo?"
Mi ero "leggermente" scordata che anche tu bazzichi da queste parti!
ahahahah!!

Infine: se nel pane toscano si mettesse il sale, a quale sacrilegio si andrebbe incontro???
:P
A me piace, è leggero anche se un pò "scorzoso", ma è troooooooppo insipido!
Non potete fare una riforma voi del posto???
Che sò, chiedere un referendum popolare per esempio...

^___^

michela ha detto...

Buon inizio settimana!
Son qui con le mie domandine.
Il caglio dove lo trovi?
Grazie

Laura ha detto...

Ciao Michela, buon inizio settimana anche a te.
Il caglio lo trovo in farmacia a Bibbona ma mi hanno detto che lo vendono anche qui a Scandicci, sempre in farmacia.
Fammi sapere se l'hai trovato

Laura ha detto...

Sì Anna, anche io bazzico da queste parti.
Io credo che non ci sarebbe problemi se tu metti il sale nel pane ma per quanto riguarda il referendum..........
NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!
A me piace il pane senza sale e credo che da queste parti piaccia a diversi.
A me piace anche la crosta croccante e cotta bene e la ricette del pane toscano che ho messo vengono così.
Secondo me non è adatto per il tuo gusto.
Ti metterò la ricetta di un altro pane... quello che non si impasta. Secondo me ti piacerà di più questo.

Scarabocchio ha detto...

Laura, il pane adatto a me sarebbe il pane poco simpatico alla mia bilancia: è lo stesso pane che ho fatto in casa per un anno e che in un anno mi ha fatta lievitare di tantiiiissimi chili!
Fatto con pasta madre e ricetta del Pane Cafone delle sorelle Simili, che è identico al buonissimo pane di Napoli!

SIGH!

Laura ha detto...

Il pane cafone mi attira da tanto tempo ma non ci ho mai provato.
Magari non mi piacerà ma prima o poi ci provo Anna

Dolcetto ha detto...

Questa la passo a mia sorella: va matta per questo tipo di preparazioni!

Laura ha detto...

Certo Dolcetto, mi fa piacere

simona2002 ha detto...

Laura ho il caglio, ho il latte intero, devo assolutamente provare, grazie

Laura ha detto...

Fammi sapere Simona. Tu non trovi il Mukky vero? Se lo trovi usa quello perché mi è capitato con un tipo di latte che non mi è venuto niente.

simona2002 ha detto...

Il Mukky io non lo trovo molto facilmente, ho preso il latte qui di Roma, se lo metto nel bimby a 37° va bene lo stesso?

Laura ha detto...

Non ho il Bimby ma penso vada bene Simona

simona2002 ha detto...

Ciao Laura, allora l'ho preparato ma ne è venuto davvero poco, allora con il siero rimasto l'ho rimesso sul fuoco ho fatto scaldare e ho riaggiunto un cucchiaino di caglio....a breve vado a mettere a scolare questa prova, ma cosa avrò fatto mai???

Laura ha detto...

Per farti capire.
Quelli delle due foto sono fatti ognuno con un litro di latte.
Quello della foto sopra è appoggiato su un piatto piano, quello sotto non ricordo.
Ti è venuto grande come i miei?
Con il caglio aggiunto al siero ci farai la ricotta.

simona2002 ha detto...

Aspettavo la tua risposta...con la prima colatura me ne è venuto di meno rispetto al tuo, con la seconda sicuramente di più, la ricotta devo farla scolare sempre tutta la notte?
Grazie mille per la pazienza :*

Laura ha detto...

Simona non so per la ricotta perché non l'ho mai fatta con il caglio.
Mi sembra di aver messo nel blog la ricetta della mia similricotta ma la faccio con il sale inglese e partendo dal latte e non dal siero.

simona2002 ha detto...

Allora il formaggio è davvero pochino, la prossima volta lo farò con lo stesso tuo latte e con il siero rimasto sono venuti fuori un bel pò di fiocchetti che ho messo a scolare, ma nel frigo.
Domani potrò dire come sono.
Grazie ancora laura

Laura ha detto...

Se ti è venuta tanta ricotta e poco raviggiolo mi verrebbe da pensare che hai fatto compattare troppo poco il raveggiolo prima di scolarlo.
Aspetto domani, ciao

simona2002 ha detto...

Forse hai ragione Laura, ma una volta aggiunto il caglio l'ho lasciato riposare un paio d'ore.
Forse per questo tipo di latte è troppo poco.
Mi toccherà riprovare :)
GRazie ancora per la pazienza

simona2002 ha detto...

Laura la ricotta è venuta buonissima, ho aggiunto sopra un pochino di sale, perchè ieri sera non sapevo a che punto potevo aggiungerlo, buona buona da rifare sicuramente

Laura ha detto...

Sono contenta ma... vuol dire che il raveggiolo non ti è venuto/piaciuto?

simona2002 ha detto...

Ciao Laura, praticamente il ravaggiolo non è venuto, ma domani riesco a prendere il latte com eil tuo e riprovo.

Laura ha detto...

Mi raccomando, tienilo fermo fino a quando non si è compattato. Ciao

michela ha detto...

Ho trovato il caglio ed ho fatto il formaggio..buono!!!
Son molto soddisfatta..linko qui per il mio blog...
Grazie mille.

Laura ha detto...

Sono contenta Michela

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...