Pagine

giovedì 15 maggio 2008

Carciofi alla giudìa


Li ho fatti altre volte ma non sono venuti mai così, forse perché questa volta li ho precotti in olio non caldissimo.
Ho trovato una ricetta qui.
La ricetta dice di cuocere i carciofi già salati per circa 20 minuti in molto olio a 130°, scolarli e farli raffreddare.

Friggerli a 180° per qualche minuto.

------

Questa ricetta partecipa alla raccolta "Fior di carciofo".

9 commenti:

Paoletta S. ha detto...

Buoniii!! Mia nonna e mia mamma facevano cuocere tutto a freddo :))

Laura ha detto...

Che vuoi dire Paoletta? Che mettevano i carciofi a cuocere nell'olio freddo?

Paoletta S. ha detto...

Lavava carciofi, toglieva le punte, le foglie esterne e conservava almeno 10 cm. di gambi tagliati, poi li metteva in un poco in acqua e limone.
Li apriva bene, li metteva stretti stretti in un tegame che li contenesse bene in altezza, dovevao stare dritti... ci metteva sale, pepe, mentuccia e aglio ben sminuzzati. Quando non aveva la mentuccia, usava prezzemolo. Irrorava con olio evo, poi chiudeva bene bene con un piatto e un peso sopra e accendeva il fuoco basso basso.
Ogni tanto controllava, se il liquido tendeva a diminuire, ci aggiungeva un cucchiaio di acqua, questo fino a che erano cotti molto bene :)

Spero di essermi spiegata bene, altrimenti fa' un fischio :D

Paoletta S. ha detto...

Ciao Laura la mia nonna faceva così...
Toglieva le punte ai carciofi, tagliava i gambi ma li conservava, circa 10 cm.
Li lavava e metteva tutto in acqua e limone.
Preparava un tegame dovi i carciofi sarebbero stati stretti stretti e in piedi.
Li apriva bene, li riempiva di un battuto di aglio e mentuccia, sale e pepe.
Li metteva nel tegame, irrorava di olio evo, e metteva a cuocere coperto da un piatto (con un peso sopra) a fuoco bassissimo.
Portava a cottura mettendo ogni tanto un cucchiaio d'acqua se il liquido si asciugava.

Sarò stata chiara? :)

Laura ha detto...

E' anche un modo per risparmiare olio. Grazie Paoletta, la prossima volta proverò con la tua ricetta

Paoletta S. ha detto...

Laura, mi sono ricordata di una cosa che mi aveva detto Susanna di Universo Cucina, a proposito dei carciofi come li cucinava mia nonna. Per amore di precisione, te la copio qui...

"Anche a casa mia si definiscono come "Carciofi alla Giudia" ... in realtà penso che sia un retaggio dell'Alto Lazio perchè in definitiva a Roma il Carciofo alla Giudia è fritto... mentre quello con la mentuccia o il prezzemolo (a me piace la mentuccia) viene chiamato "alla romana"... "

Anicestellato... ha detto...

Anche i carciofi riesci a far diventare un opera d'arte, complimenti e buon fine settimana

Laura ha detto...

Grazie Eleonora

Laura ha detto...

Grazie per la precisazione Paoletta

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...